Cipro diventa una federazione turco-cipriota-greca

50

TURCHIA – Ankara. 10/02/14. Domani i leader della comunità dell’Isola di Cipro rilasceranno una dichiarazione congiunta. Fonte Anadolu Agency.

La Repubblica turca di Cipro del Nord (RTCN) guidata da Dervis Eroglu, Presidente e il leader greco-cipriota, Nikos Anastasiades si incontreranno con la mediazione delle Nazioni Unite e daranno vita a una iniziativa per risolvere l’annosa disputa politica sull’isola divisa. Eroglu e Anastasiades sono tenuti a rilasciare una dichiarazione congiunta sulla strada verso la riunificazione.

L’incontro sarà il primo in diciotto mesi. Il dialogo tra le due parti si era chiuso a causa della crisi economica e delle vicessitudini dopo le elezioni nella parte greco-cipriota.

I leader hanno annunciato, la scorsa settimana, che hanno concordato un testo che descrive come i colloqui dovrebbero andare avanti. Si raccomanda di riconoscere lo status paritario dei due stati, mentre l’obiettivo di portare le comunità divise vicine sotto un governo federato. Le due parti sperano di raggiungere un piano globale entro la fine dei negoziati. Il piano dovrebbe poi essere discusso all’interno delle comunità e messo al voto con lo strumento del referendum nelle due parti dell’isola.

Quello del 2004, referendum di riunificazione, proposto dall’ex segretario generale dell’Onu Kofi Annan, fu un vero fiasco. Il ministro degli Esteri TRNC, Ozdil Nami oggi ha sottolineato l’importanza dei colloqui “in buona fede”.
«Se possiamo trarre insegnamenti dal passato e mostrare l’impegno a raggiungere una soluzione federale grazie al referendum come risultato del processo di negoziazione. Sarebbe un enorme passo avanti». Una cosa per cui ha riferito ancora Nami per cui dovrebbero volerci mesi e non anni.

Il ministro degli Esteri turco Ahmet Davutoglu ha detto Domenica che la parte turco-cipriota aveva manifestato la volontà politica di risolvere il problema di lunga data della divisione tra turco-ciprioti e greci. «Questo problema non può durare per decenni. Questa volta ci deve essere una soluzione duratura per Cipro», ha detto. L’amministrazione greco-cipriota è un membro dell’Unione europea ed è riconosciuta a livello internazionale se non per la Turchia. Solo la Repubblica di Turchia riconosce la Rtcn.