TURCHIA. Cambia la forma di governo di Ankara

116

di Lucia Giannini TURCHIA – Ankara 14/01/2017. Il parlamento turco ha iniziato la discussione sull’emendamento costituzionale che trasformerebbe la repubblica turca in una repubblica presidenziale. Secondo quanto riporta Daily Sabah, con il voto favorevole di 338 deputati su 550 sono stati adottati i prime due articoli del disegno di legge.

Proposto dal Partito Giustizia e Sviluppo, Akp, e dal Partito del Movimento Nazionalista, Mhp, l’emendamento costituzionale prevede appunto la transizione della Turchia verso un sistema presidenziale è stato discusso dall’Assemblea generale del Parlamento agli inizi della settimana e sono stati adottati i prime due articoli con 347 “sì” per il primo articolo, 132 “no”; 343 deputati hanno votato a favore del secondo articolo, con 133 contrari. Il secondo articolo della proposta aumenta il numero dei deputati da 550 a 600 a seconda dell’aumento della popolazione. Il terzo articolo, che permetterà ad ogni cittadino turco più di 18 anni di essere in parlamento, è stato votato ottenendo 341 voti favorevoli.

Il quarto articolo, che prevede la contemporaneità delle elezioni presidenziali e delle elezioni generali ogni cinque anni, è stato approvato con 343 voti.