Tunisia, riparte il dialogo

38

TUNISIA – Tunisi. 14/02/14. Il portavoce ufficiale tunisino per il dialogo nazionale in Tunisia, Mohammad Fadhel Mahfouz ha riferito alla testata Russia Today che il dialogo nazionale riprenderà alla fine del mese.

«È probabile che sia la fine di questo mese». Ha spiegato che Dean Mahfouz si adopererà per risolvere le divergenze che possono sorgere con la discussione del progetto di legge elettorale in seno all’Assemblea Costituente, della separazione tra le elezioni presidenziali e legislative. Il portavoce sostiene di essere positivo e ha commentato che in questo periodo «le cose stanno andando normalmente», dicendo che «la nostra missione non è compromesso, ma bisogna osservare come stanno cambiando le cose intorno a noi». Secondo le fonti della Unione generale dei lavoratori tunisini, è possibile riprendere il dialogo nazionale il 22 febbraio. Il Segretario generale dell’Organizzazione delle lavoratrici Hussain Abbasi aveva annunciato in precedenza che il dialogo nazionale guarderà da vicino i progressi della discussione della legge elettorale e l’impegno del governo di Mehdi F per il resto dei termini della road map, compresa la soluzione che collega la tutela della rivoluzione (le milizie del Rinascimento islamico) e rivedere le nomine nelle istituzioni e amministrazioni pubbliche e neutralizzare il discorso religiosi moschee all’interno. È interessante notare che il Comitato per la legislazione del Consiglio Generale della Assemblea Nazionale Costituente ha cominciato solo ieri a prendere in considerazione proposte di progetto, presentate dai legali delle organizzazioni non governative tunisine elettorali.