Arrestati gli autori del terzo attentato a Tunisi

65

TUNISIA – Tunisi 01/12/2015. Le forze di sicurezza tunisine hanno arrestato due militanti islamici Daash.

Si tratta di due fratelli, accusati dell’attentato della scorsa settimana a Tunisi e hanno sequestrato un deposito di armi ed esplosivi che stavano progettando di utilizzare per ulteriori attacchi, secondo quanto riportato dal ministero dell’Interno tunisino. In un raid nel tardo pomeriggio del 30 novmebre a Medenine, nel sud del paese, i poliziotti hanno trovato fucili Kalashnikov, una cintura esplosiva, materiali esplosivi per fare autobombe, granate e detonatori, si legge nel comunicato. La Tunisia è in stato di emergenza da quando un attentatore suicida ha ucciso 12 persone a bordo di un autobus che trasportava le guardie presidenziali nella capitale, Tunisi. Lo Stato islamico ha rivendicato l’attentato, si tratta del terzo grande attentato in Tunisia nel 2015 dopo quelli della spiaggia a Sousse e del museo del Bardo nella capitale, in cui sono stati presi di mira i turisti.