Trema il settore bancario spagnolo

54

Bankia, il quarto gruppo bancario spagnolo, ha iniziato la via della nazionalizzazione da due settimane ed ha ancora bisogno di una iniezione di liquidità, almeno 7 miliardi di euro.

A riferirlo è stato il ministro dell’Economia, Luis de Guindos. Secondo il Ministro il gruppo bancario «è solido, con molta liquidità, ha un sacco di attività in Spagna e sarà uno dei marchi leader nel paese in futuro». Il nuovo piano di riorganizzazione, il secondo in ordine di tempo, sarà presentato questa settimana da Jose Ignacio Goirigolzarri, quello precedente, scritto da Rodrigo Rato, è stato bocciato dalla Banca di Spagna. L’Istituto per sanare le casse dovrà ricorrere agli aiuti di Stato, aiuti a cui si aggiungono a quelli già avuti nel 2010 dal Fondo Bank per la ristrutturazione (Frob) per un valore di 4 miliardi e 456 milioni di euro in azioni di BFA.