Rapporti a rischio tra Nato e Russia

65

RUSSIA – Mosca. 13/10/13. Mosca è preoccupata per un accordo segreto che ci sarebbe tra Moldavia e Romania in base al quale i due stati si darebbero reciproca assistenza militare. «La Transnistria è preoccupata per l’intensificazione della cooperazione militare tra la Moldavia e la Romania». A dirlo, venerdì in TV a Russia 24 Evgenij Shevchuk presidente PMR.

Il presidente ha detto che è pronto per la firma e ratifica un accordo moldavo-rumeno in materia di cooperazione militare e a quanto pare nell’accordo vi sarebbero disposizioni per l’eventuale fornitura di assistenza militare alla Moldavia, da parte della Romania. Sempre secondo fonti della Transinistria, la parte Moldava avrebbe già siglato l’accordo, mentre non è così per la Romania.

«Dato che non abbiamo risolto il conflitto, (tra Transinistria e Moldavia) stiamo seguendo il processo di questa integrazione, anche su linee militari. Inoltre, in base a nostre fonti, non è stato ancora firmato, non è stato ratificato l’accordo sul confine tra Moldavia e Romania. La Moldavia ha siglato un accordo con l’Ucraina, ma il trattato con la Romania ancora non è stato siglato. Attualmente le zone legalmente designate, ove gli accordi sono validi sono sul suolo moldavo, mentre sono ancora indietro le ratifiche in sede parlamentare in Romania. Noi certamente siamo preoccupati. Ciò suggerisce che vi sono in corso processi di integrazione tra la Moldavia e la Romania, e segnano una dinamica molto elevata che potrebbero essere uno dei principali elementi di relazioni conflittuali tra Chisinau e Tiraspol» ha chiosato Shevchuk.

Secondo la testata IA REGNUM la Moldova, secondo la sua costituzione, è uno stato neutrale, e la Romania – un membro della NATO. Allo stesso tempo, il mondo sulle rive del fiume Dniester è stato per più di 20 anni sotto l’egida delle forze di pace russe in conformità con l’accordo sui principi di soluzione pacifica del conflitto tra Moldova e Transnistria del 1992. Conflitto mai terminato nonostante i ripetuti tentativi di screditare il peacekeeping mandato e russi esigono il ritiro delle truppe russe. Così, un nuovo conflitto tra Moldavia e Transnistria potrebbe essere anche una guerra tra la Russia e la NATO.