Transnistria si addestra contro gli invasori

90

MOLDOVIA – Transnistria. 27/09/14. Il presidente della Transnistria ha esortato le forze di sicurezza di prepararsi a respingere l’aggressione possibile da parte di Moldova e Ucraina in Transnistria. Le Unità speciali del Ministero della Difesa, Ministero dell’Interno e del Comitato per la Sicurezza dello Stato di Transnistria hanno tenuto un piano didattico per neutralizzare la minaccia terroristica. Fonte testata IA REGNUM che cita il servizio stampa del presidente della PMR, Evgenij Shevchuk.

«Nel nostro paese è molto importante per le truppe, per le forze dell’ordine che siano efficaci, stesso dicasi per le unità mobili e unità militari, che devono essere in grado nel più breve tempo possibile di infliggere il massimo danno su qualsiasi aggressore. Per questo vogliamo procedere con una dottrina della difesa. Ma allo stesso tempo vediamo che nei paesi vicini, purtroppo, ci sono gruppi radicali che stanno cercando di risolvere i problemi politici con la prepotenza. Pertanto, uno dei compiti principali è quello di mantenere le forze di sicurezza in massima allerta. Oggi durante l’esercizio è stata dimostrata la nostra capacità di allerta»ha detto Evgenij Shevchuk. IA REGNUM sottolinea che PMR confina solo con la Moldova e l’Ucraina. La potenziale minaccia di invasione da parte della Moldavia è da sempre nell’agenda della Transnistria, la minaccia di invasione militare da parte dell’Ucraina è emersa durante l’anno in corso, come progressione della radicalizzazione della situazione politica.