Attentato ed esecuzione in Thailandia

6

THAILANDIA – Bangkok 29/12/2015. Uomini armati non identificati hanno attaccato il palazzo delle autorità locali nella provincia di Narathiwat, nel sud della Thailandia.

Riporta il Bangkok Post che il gruppo ha preso in ostaggio 13 funzionari, uno dei quali è stato successivamente ucciso, mentre gli altri sono riusciti a fuggire. L’ucciso è Boonlert Jindathananant, segretario dell’amministrazione locale. Secondo le agenzie locali, gli aggressori erano più di dieci. I terroristi hanno anche sparato contro una macchina della polizia, arrivata sulla scena e hanno cercato di farne saltare in aria un’altra con una Ied. La dinamica delle azioni ha fatto presumere alla polizia che l’attacco sia stato pianificato. Finora nessun gruppo ha rivendicato l’attacco. Sono presenti una serie di gruppi separatisti nel sud musulmano della Thailandia, che hanno condotto una guerriglia, chiedendo la creazione di un proprio sultanato. Nel corso degli ultimi 11 anni nelle province meridionali di Pattani, Yala e Narathiwat sono rimaste uccise più di seimila e cinquecento persone.