THAILANDIA. Corre di nuovo il treno tra Bangkok e la Cambogia

188

Si può viaggiare in treno tra Bangkok e il confine tra Thailandia e Cambogia per la prima volta da quando i binari furono tagliati 45 anni fa, alla fine della guerra tra Usa e Vietnam. Il nuovo collegamento ferroviario pone fine ad una delle ultime interruzioni infrastrutturali causate da quel conflitto e collegherà più strettamente le economie di Thailandia e Cambogia.

I due paesi hanno recentemente ampliato una linea ferroviaria esistente la Bangkok-Aranyaprathet che attraversa la Thailandia orientale e termina al confine cambogiano. Recentemente sono stati completati i lavori di riparazione dell’ultimo collegamento di 5,7 km tra Aranyaprathet e la stazione di frontiera di Ban Klong Luk sul lato thailandese della frontiera.

Il collegamento rinasce quando la Thailandia ha aumentato la spesa per le moderne ferrovie, anche se la maggior parte della costruzione fino ad oggi è stata realizzata intorno alla capitale Bangkok. Si tratta anche di una gara d’appalto cinese per estendere la sua Belt and Road Initiative nel sud-est asiatico continentale, anche attraverso un progetto ferroviario in costruzione in tutto il Laos che mira a collegare la Thailandia e oltre. Il collegamento riaperto tra Thailandia e Cambogia potrebbe far parte o meno di questi progetti più grandi.

La cerimonia di apertura del collegamento, tenutasi il 1° luglio, è l’ultima indicazione di una tendenza al riscaldamento bilaterale dei rapporti. Quel giorno i treni tailandesi hanno iniziato a partire da ogni stazione due volte al giorno con quattro viaggi giornalieri. Ogni viaggio dura circa cinque ore per completare 216 chilometri.

Questi sono gli unici treni del Sud-est asiatico da e per la Cambogia, che ha solo un sistema ferroviario scheletrico dopo i decenni di guerra civile. La Banca asiatica di sviluppo ha finanziato la ricostruzione del collegamento per 13 milioni di dollari. Il commercio bilaterale, attualmente stimato a 6 miliardi di dollari, dovrebbe crescere con la riconnessione della linea.

I passeggeri che attraversano il confine devono scendere e camminare attraverso i controlli doganali e di immigrazione. Veicoli pubblici e privati sono disponibili sul lato cambogiano per continuare il viaggio. La ferrovia della Cambogia da Phnom Penh raggiunge Poipet, a sei chilometri dal suo lato del confine, ma non è chiaro quando potrebbe essere estesa alla frontiera per un collegamento ininterrotto fino a Ban Klong Luk. I quattro treni della tratta Bangkok-Ban Klong Luk saranno alimentati a gasolio. In Thailandia, ciò significa spesso che i passeggeri sono costretti a respirare i fumi del motore mentre il treno si ferma in una stazione che inquina i dintorni prima della partenza. Il servizio ferroviario originale del percorso è iniziato nel 1955, ma il colpo di stato in Thailandia interruppe temporaneamente la traversata.

Un anno dopo, i treni andavano di nuovo, ma furono cancellati nel 1961 per dispute tra i due paesi. Nel 1970, la linea ferroviaria fu aperta di nuovo, ma alla fine si è fermata il 1° luglio 1974. In quegli anni, la Thailandia ospitava basi aeree americane per gli attacchi su Cambogia, Laos e Vietnam durante la guerra del Vietnam.

Tommaso dal Passo