Thaad e nucleare nordcoreano sono intrecciati

10

COREA DEL SUD – Seul 15/07/2016. Prosegue l’indisponibilità di Seul a incontrate Pyongyang nonostante la Corea del Nord abbia fatto una serie di proposte per soddisfare il governo della Corea del Sud nel corso degli ultimi due mesi dopo il sua congresso a maggio.

Nelle sue proposte, la Corea del Nord suggerisce che ogni “equivoco” potrebbe essere risolto una volta seduti a un tavolo, ma Seul ha respinto tutte queste proposte, dicendo che mancano di sincerità perché Nord sta portando avanti il ​​suo programma di armi nucleari, riporta il Korea Joongang Daily. Nonostante la posizione chiara di Seul, Pyongyang ha continuato a fare aperture: la sua ultima proposta è una riunione congiunta di 100 politici e leader sociali per il prossimo 15 agosto, Festa della Liberazione. Queste aperture potrebbero cessare ora che il sistema Thaad è stato dispiegato da Seul e Washington a Seongju, provincia del Nord Gyeongsang, e resta da verde la reazione di Pyongyang. Pechino, nel frattempo, si è opposta alla presenza della batteria anti-missile nella parte meridionale della penisola, sostenendo che potrebbe essere utilizzata dagli Stati Uniti per monitorare il suo spazio aereo.   In una dichiarazione pubblicata dalla Central News Agency la Corea del Nord ha detto di voler trasformare Seul in un “mare di fiamme” una volta che il Thaad fosse posizionato. Anche un attacco su piccola scala del Nord, scatenerebbe una reazione più ampia. Pyongyang, inoltre, potrebbe trovare la scusa per iniziare il suo quinto test nucleare sotterraneo proprio a causa della decisione di Seul sul Thaad, nel sito nucleare di Punggye-ri. Le recenti immagini satellitari della zona hanno mostrato una maggiore attività presso l’impianto nucleare che sembrerebbe essere in prontezza operativa.