Dushanbe: Jamaat Ansarullah. Arrestato leader

48

TAJIKISTAN – Dushanbe. 04/02/15. La testata Asia-Plus scrive che la Direzione dell’Inter Services Intelligence del Pakistan ha consegnato il leader della cellula di Jamaat Ansarullah in Tajikistan, Qamariddin Ahrorov, e i suoi quattro collaboratori compreso un tagiko talebano al Comitato di Stato per i cittadini Sicurezza del Tagikistan (SCNS).

A darne notizia il vice capo SCNS, Mansourjon Umarov durante la seduta della sesta sessione del Majlisi Namoyandagon (camera bassa del Parlamento del Tagikistan), oggi. Secondo Umarov stavano per compiere una serie di atti terroristici in Tajikistan. In una dichiarazione rilasciata nel corso della sessione, Mansourjon Umarov ha presentato un accordo tra il governo del Tagikistan e quello Pakistan sulla creazione di un gruppo di lavoro congiunto sui temi della lotta al terrorismo internazionale. L’accordo mira a rafforzare la cooperazione tra il Tagikistan e il Pakistan nel fornire sicurezza in entrambi i paesi. L’alto ufficiale della sicurezza tajika ha osservato che il Pakistan ha stanziato fondi per la dotazione tecnica del servizio di intelligence tagiko SCNS. La Direzione per l’Inter-Services Intelligence (più comunemente noto come solo l’Inter-Services Intelligence o semplicemente dalla sua sigla ISI), è il primo servizio di intelligence del Pakistan, operativo che ha come obiettivo la responsabilità di fornire la sicurezza nazionale e la valutazione critica di intelligence al governo del Pakistan. L’ISI è il più grande dei tre servizi di intelligence del Pakistan, gli altri sono l’Intelligence Bureau (IB) e Military Intelligence (MI).
Jamaat Ansarullah, conosciuta anche come la Società dei soldati di Allah, in primo luogo nasce nel settembre 2010, ha rivendicato la responsabilità per un attacco suicida il 3 settembre scorso a Khujand. Un’auto carica di esplosivo si è schiantata contro una costruzione del reparto di controllo sulla criminalità organizzata regionale Sughd, uccidendo due ufficiali e due civili e ferendo 28 persone. L’attentatore suicida era un residente locale, Akmal Karimov, che è stato addestrato nei campi di al-Qaeda in Afghanistan e Pakistan. Nel settembre 2011, Jamaat Ansarullah ha pubblicato diversi video che invitano i cittadini del Tagikistan ad abbracciare jihad contro gli “infedeli” e spingono ad agire per sostenere l’attuazione della legge islamica della Sharia. «Chi prega namaz, che segue le regole di digiuno, ma sostiene la democrazia è non credente», spiegava un uomo nel video. «Allah sta uccidendo i non credenti dalle nostre mani e, quindi, ci benedice». Alcuni politici ed esperti, però, hanno messo in dubbio i video affermando che è dubbia la paternità dil Jamaat Ansarullah. Nel maggio 2012, la Corte Suprema del Tagikistan ufficialmente vietato Jamaat Ansarullah come estremismo sulla base di una causa promossa dalla Procura generale.