TERRE RARE. Pechino scopre la più grande miniera di Berillio al mondo

48

Le squadre di rilevamento cinesi hanno trovato numerosi depositi di berillio, metallo raro utilizzato nella produzione di energia nucleare e di razzi, aggiungendo potenzialmente un altro punto di tensione con gli Usa con Pechino che cerca di dominare la fornitura di questi preziosi minerali.

Nelle “pietre grigie” scoperte nella regione nord-occidentale cinese dello Xinjiang le squadre hanno trovato uno degli elementi più rari, il berillio. Il metallo è altamente tossico e può anche causare il cancro.

Il metallo è una materia prima indispensabile nell’industria missilistica, aeronautica e metallurgica e un materiale eccellente per i satelliti. Il berillio non è strettamente una terra rara, ma la sua scarsità e versatilità lo rende un metallo molto ricercato. Le scorte conosciute in tutto il mondo ammontano a poche migliaia di tonnellate. Si stima che la quantità di berillio scoperto nello Xinjiang superi le 4.000 tonnellate, riporta Atf.

L’estrazione delle 17 terre rare, che vengono utilizzate per produrre dispositivi elettronici, dagli smartphone alle armi, è diventata un nuovo fronte nella guerra commerciale sino-americana. La Cina controlla i più grandi giacimenti di minerali del mondo, mettendo potenzialmente a rischio le aziende tecnologiche americane di sanzioni cinesi.

Anche se gli Stati Uniti hanno detto che svilupperanno le proprie miniere nel tentativo di eludere i produttori cinesi, Pechino ha visto l’opportunità di far leva sul suo dominio del mercato e ha minacciato di imporre sanzioni alle aziende che riducono la sua quota di mercato. La lista nera opererà in modo simile alle regole statunitensi che impediscono alle aziende di trattare con i produttori cinesi sanzionati, come Huawei.

La nuova scoperta renderebbe la miniera di berillio dello Xinjiang la più grande del mondo, il che, secondo Sina.com, rappresenta senza dubbio una garanzia favorevole alla Cina per la produzione di varie armi di alta gamma.

La Cina ha recentemente scoperto il minerale di cobalto associato alla miniera di solfuro di nichel di Jinchuan nella provincia del Gansu, che è diventata anche la più grande miniera cinese con riserve comprovate di cobalto. Le riserve mondiali di cobalto sono circa 1,48 milioni di tonnellate, di cui la Cina ha circa 470.000 tonnellate, pari al 31% delle riserve mondiali.

Tommaso Dal Passo