Tensioni Hong Kong – Taipei

17

di Antonio Albanese TAIWAN – Taipei 27/09/2016.  Taiwan si è scagliata contro Hong Kong il 26 settembre, dicendo che la città aveva recentemente negato il visto a diversi politici di Taiwan. Secondo quanto riporta Channel News Asia, sarebbe il segnale che le relazioni con la città stanno peggiorando da usando è aumentata a HongKong l’influenza di Pechino.

I legami tra Taiwan e Pechino si sono raffreddati da quando il nuovo presidente Tsai Ing-wen e il suo Partito Democratico Progressista (Dpp) sono entrati in carica da maggio; Pechino, infatti, non vede di buon occhio Tsai e il Dpp, tradizionalmente un partito indipendentista.

Ora Taiwan accusa Hong Kong di prendere ordini da Pechino, rifiutando l’accesso a un gruppo di politici del Dpp di entrare in città; sarebbero stati negati i visti a due parlamentari Dpp per partecipare forum; a un terzo è stato rifiutato l’ingresso quando il suo volo di collegamento è stato annullato nella città cinese ad agosto; ad un docente universitario, vicino al Dpp, poi, è stato anche rifiutato il visto ad agosto così come a degli attivisti del  manifestanti che portano da anti-Pechino “Sunflower Movement”.

I media di Taiwan ha citato un forum di Hong Kong secondo cui l’Ufficio Affari di Taiwan della Cina aveva ordinato che «a tutti i funzionari Dpp» doveva essere negato l’ingresso a Hong Kong.

Pechino sta facendo pressione su Tsai per fargli accettare il concetto di una sola Cina, come ha fatto il suo predecessore Ma Ying-jeou dal Kuomintang; Pechino ha quindi tagliato tutte le comunicazioni ufficiali con il suo governo; mentre Taiwan ha accusato la Cina di aver  bloccato la sua partecipazione ad una importante riunione sul trasporto aereo delle Nazioni Unite in Canada.