Kazakhstan modello di finanza islamica

59

TAJIKISTAN – Dushanbe. 11/09/14. La testata Asia-Plus riporta una notizia secondo cui, l’amministratore delegato,Prasad Abraham della banca del Kazakistan, Al Hilal Banca islamica è il finanziatore unico conforme alla legge della Sharia nel Paese, può espandersi in paesi vicini per sviluppare la finanza islamica, in base all’armonizzazione delle leggi dei singoli stati, e in tutta la regione.

Legislazione in materia di finanza islamica è stato sviluppata in Azerbaigian, Kirghizistan e Tagikistan, la creazione di un quadro normativo più accogliente favorisce l’industria in paesi che hanno regimi normativi secolari. La legislazione ora viene ridisegnata anche in Kazakhstan, il primo paese ex sovietico di introdurre regole della finanza islamica nel 2009; ma la prima serie di regole non è riuscito a stimolare molta attività.

Almaty Al Hilal banca, la cui casa madre è interamente di proprietà del governo di Abu Dhabi, sta considerando di aumentare la propria presenza geografica come parte del suo piano industriale 2015, ha fatto sapere l’amministratore delegato Prasad Abraham a margine di una conferenza di settore. «La nostra strategia a medio termine è quella di testare l’efficacia del modello di Kazakistan, e quindi utilizzarlo come base per un’ulteriore espansione in altre regioni della CSI (Comunità degli Stati Indipendenti) a seconda dei casi», ha detto Prasad. «Una condizione importante per qualsiasi espansione è l’esistenza di un quadro legislativo adeguato per la finanza islamica nei rispettivi paesi». Un progetto di modifica, attualmente in attesa di discussione in Parlamento del Kazakistan, dà alla banca un quadro più chiaro che si tradurrà in migliori opportunità commerciali, ha detto l’ad. Ciò potrebbe stimolare nuovi entranti nel settore, come ad esempio Zaman Bank, una banca locale che sta lavorando per convertirsi in seconda banca islamica del paese. Oltre al Zaman, il regolatore ha ora ricevuto una richiesta di operare un’altra banca islamica a pieno titolo, Abraham ha detto senza dirne il nome. Lanciata nel 2010, Al Hilal è sulla strada giusta per vedere crescere le attività del 70 per cento quest’anno, con una crescita analoga prevista per il 2015, ha detto. La banca ha registrato un aumento del 46 per cento di attività nel 2013, raggiungendo 16,7 miliardi di tenge (92 milioni dollari), come mostrano i rendiconti finanziari. La sua attività si concentra su governo e grandi clienti corporate. Le banche islamiche in Kazakistan sono classificate alla pari con le altre banche commerciali, noto come categoria Tier 2, ma la legge attuale non estende a loro tutti i privilegi fiscali che le banche tradizionali hanno.