Dushanbe richiama gli studenti di studi religiosi in patria

39

TAJIKISTAN – Dushanbe. 07/01/14. La testata Asia-Plus ha riferito che il governo del Tagikistan ha espresso preoccupazione per i giovani tagiki che ricevono l’istruzione nelle scuole religiose islamiche all’estero senza permesso dello stato.

Secondo la testata Asia Plus a darne notizia per prima sarebbe stato Radio Liberty secondo cui il capo del Comitato di Stato per gli affari religiosi, Abdurahim Kholiqov, ha riferito ai giornalisti il 6 gennaio che almeno 158 tagiki stanno attualmente studiando illegalmente nelle madrasa al di fuori del paese. Ha detto che la maggior parte di essi hanno frequentato la madrasse in Iran e in Pakistan, senza ottenere l’autorizzazione necessaria da parte delle autorità tagike. Kholiqov ha detto che i tagiki che studiando in alcune madrasse all’estero possono essere facilmente radicalizzati e reclutati in gruppi estremisti o di militanti. Le autorità tagike hanno lanciato una campagna per far tornare giovani che attualmente studiano nelle madrasse straniere dal 2010. Centinaia di studenti del Tagikistan sono stati costretti a lasciare il loro studi presso scuole religiose in Iran e in Pakistan e sono  tornati a casa.