Kirghizistan e Tajikistan: problemi ai confini

40

TAJIKISTAN-Dushanbe. 20/12/13. Secondo la testata Asia Plus, il Ministro per gli interni tagiko, Ramazon Rahimov, è attualmente nella città settentrionale tagika di Isfara per conoscere la situazione sul confine tra Tagikistan e Kirghizistan.

Il giornale cita una fonte presso l’ufficio del sindaco. Secondo la fonte il ministro ha incontrato alti rappresentanti delle autorità locali, funzionari di polizia e rappresentanti della popolazione locale. La fonte non ha detto se Ramazon Rahimov andrà nella zona dell’incidente di frontiera per incontrare i rappresentanti di alto livello del Ministero degli Interni del Kirghizistan. La strada che collega la città settentrionale tagika di Isfara con Vorukh jamoat, che fa parte di un exclave del Tagikistan all’interno Kirghizistan resta chiuso. I negoziati tra i funzionari tagiki e kirghisi locali dovrebbero sbloccare la strada ma le trattative sonno ancora in corso. L’incidente è avvenuto il 17 dicembre, dopo un presunto incendio doloso che ha distrutto una casa da tè appartenente ad una persona del  Kirghizistan in una zona contesa lungo il confine kirghizo – tagiko. Circa 200 persone hanno riferito di aver raccolto su entrambi i lati della strada Isfara – Vorukh. Le tensioni tra kirghisi locale e tagiki hanno portato a negoziati tra tagiki e kirghisi funzionari regionali. Il vice primo ministro del Kirghizistan Tokon Mamytov è andato nella zona del 19 dicembre per partecipare ai negoziati . Vorukh è un jamoat nel nord del Tagikistan. Si trova nel distretto di Isfara in provincia di Sughd. Vorukh fa parte di un exclave del Tagikistan nel Kirghizistan. Ci sono parecchi tali enclavi, e che provengono tutti dal disegno di Stalin delle frontiere nel 1930 .