Contesa la valle del Ferghana

50

TAJIKISTAN – Dushanbe. 24 gennaio 2014. Il comandante delle truppe di frontiera del Tagikistan, il tenente generale Rajabali Rahmonali si è incontrato con il suo omologo del Kirghizistan, Raimberdi Duishenbiyev nella città settentrionale tagika di Isfara per discutere la situazione attuale sui segmenti controversi della frontiera comune.

Al centro delle trattative come ritirare le squadre rafforzate dal confine. Il problema è sorto l’11 gennaio dopo la sparatoria tra kirghizi e tagiki e ancora non trova una soluzione. Al momento siamo allo: «Scambio dei primi risultati delle loro indagini dopo l’incidente dell’11 gennaio», ha detto la fonte. Cinque guardie di frontiera del Kirghizistan, un poliziotto del Kirghizistan, e due guardie di frontiera tagiki sono stati ricoverati con ferite il 11 gennaio dopo le tensioni sono sfociate in scambi di arma da fuoco lungo il confine kirghizo – tagiko. Gli esperti osservano che il segmento del confine tra i distretti di la Isfara (Tagikistan) e Batken (Kirghizistan) è uno dei valichi più difficile nella Valle di Ferghana. I conflitti sulla proprietà della terra, la delineazione del confine, e le risorse idriche hanno causato tensioni tra gli abitanti dei villaggi su entrambi i lati del confine.