Sponsor miliardario dell’Ucraina arrestato

70

TAJIKISTAN – Dushanbe. L’Asia -Plus, giornale tajiki, ha riportato la notizia secondo cui l’ucraino Dmitry Firtash magnate di energia che possiede azioni della azienda tagika di fertilizzanti, TojikAzot è stato arrestato in Austria il 14 marzo.

Secondo la testata «il magnate ha sempre adempiuto ai propri obblighi finanziari» citando come fonte il direttore TojikAzot Toirkhon Ghoziyev. Secondo lui, Dmitry Firtash ha investito 24 milioni di somoni nello stabilimento nel 2002. «Inoltre, ha versato a 20 milioni somoni», ha detto Ghoziyev . «Lui ha sempre adempiuto ai propri obblighi finanziari e credo che li compirà in futuro». Lo stabilimento kagiko non è in funzione dal 2008. Per via della mancanza di forniture di gas naturale . TajikAzot è in parte di proprietà dello Stato, con il governo che controlla una quota del 20 per cento. Mentre la cipriota Highrock Holdings Ltd , di proprietà dell’oligarca ucraino Dmitry Firtash controlla il restante 80 per cento delle imprese. Toirkhon Ghoziyev si è astenuta dal commentare l’arresto del miliardario Dmitry Firtash gas in Austria. Negli ultimi 15 anni Firtash è diventato uno dei principali investitori nel settore energetico e dell’industria chimica in Europa centrale e orientale. Le sue aziende sono presenti in Ucraina , Germania, Italia, Cipro, Tagikistan, Svizzera, Ungheria, Austria ed Estonia. Il gruppo internazionale di società del Gruppo DF (Il gruppo Firtash delle imprese) fondata da Firtash nel 2007 consolida le attività nel settore chimico, settore energetico e immobiliare. Mr. Firtash , 48 anni, uno degli uomini più ricchi dell’Ucraina tra i 10 più ricchi al mondo, ha fatto investimenti in energia e agricoltura, è stato arrestato dall’unità criminalità organizzata della polizia austriaca a Vienna il 12 marzo dopo che una corte federale degli Stati Uniti ha emesso un mandato d’arresto a seguito da otto anni di indagine da parte dell’FBI. Il Financial Times osserva che Firtash è considerato come uno che abbia stretto legami con la Russia ed è un giocatore chiave nel commercio del gas russo -ucraina. Nei giorni scorsi sul Lenta. Ru era stata pubblicato un articolo che vedeva il magnate ucraino come uno degli uomini chiamati a salvare l’Ucraina. Un uomo che era pronto a investire sulla nuova classe politica ucraina, che prendeva le deistanze tanto dall’Europa che da Mosca. Nonostante i suoi forti legami con il Cremlino. Il Gruppo DF, holding del signor Firtash, ha descritto il suo arresto come un “malinteso ” che dovrebbe essere 

«risolto nel prossimo periodo». Il gruppo ha affermato che l’arresto del signor Firtash «non era collegato con la situazione in Ucraina, o attività del gruppo in Europa e in America , ma ha comportato un progetto di investimento del 2006».