TAIWAN. Taipei teme l’invasione cinese

205

Uno studio della Difesa taiwanese ha espresso preoccupazione per gli sforzi di modernizzazione militare della Cina e per le sue recenti esercitazioni intorno Taiwan.

«La recente attività di jet e navi cinesi in tutto Taiwan mostra il continuo aumento della minaccia della capacità militare della Cina», afferma lo studio, sottolineando la necessità di Taiwan di difendersi, riporta Press Tv.

Il 2017 Quadrennial Defense Review, Qdr, è stata presentata al Parlamento taiwanese dal ministro della Difesa Feng Shih-Kuan, riporta Press Tv.

«Oltre a essere una minaccia militare per il nostro paese, ha anche un impatto negativo sulla stabilità regionale», si legge nel documento, con riferimento alle attività militari cinesi.

«Lo sviluppo militare del paese e la libertà di Taiwan e la prosperità sono lo stesso corpo vivente», prosegue il documento.

La Qdr è stata la prima da quando il presidente Tsai Ing-wen è salito al potere a Taiwan lo scorso maggio. Tsai è del Partito Democratico Progressista, che sostiene tradizionalmente l’indipendenza dell’isola.

Pechino, che considera Taiwan una provincia separatista, sta espandendo le esercitazioni militari aeronavali nelle acque che circondano l’isola. L’aumento delle attività militari hanno scatenato un’ondata di tensioni con Taipei.

Scintilla della contrapposizione fu la telefonata tra Trump e il premier Tsai, che ha rotto il protocollo diplomatico dei legami formali Washington – Pechino che esclude Taipei. Trump, poi come si ricorderà, aveva lasciato intendere che avrebbe abbandonato il cardine politico dell’unica Cina. Anche se poi Trump ha fatto marcia indietro, sostenendo la cosiddetta politica cinese, si ritiene il suo comportamento abbia incoraggiato l’idea dell’indipendenza di Taiwan.

Il documento della Difesa di Taiwan ha sottolineato inoltre che la modifica della costituzione nipponica «per rafforzare i suoi armamenti e eliminare il divieto di utilizzare le truppe all’estero» potrebbe avere profonde conseguenze sulla situazione della sicurezza nella regione Asia-Pacifico e nello Stretto di Taiwan.

Il Giappone prevede di inviare la sua più grande nave da guerra in un tour di tre mesi nel Mar Cinese Meridionale a maggio, la sua più grande prova di forza navale nella regione dalla Seconda guerra mondiale.

Il Qdr individua anche nelle incertezze circa la «direzione e il dispiegamento strategico delle truppe» degli Stati Uniti nella regione Asia-Pacifico sotto la nuova amministrazione del presidente Donald Trump come un altra sfida per la sicurezza a Taiwan.

Gli Stati Uniti comunque restano paese alleato di Taiwan e principale fornitore di armi.

Lucia Giannini