TAIWAN. Taipei allarmata dalla crescente assertività navale di Pechino

77

È aumentato il livello delle operazioni militari aeronavali cinesi condotte nei pressi di Taiwan nella scorsa settimana; questo fatto ha spinto l’isola a lanciare l’allarme sulla crescente minaccia cinese. Anche l’aeronautica nipponica si è alzata in volo per osservare i movimenti militari marittimi cinesi.

Pechino, riporta Global Security, non ha mai escluso la possibilità di intraprendere azioni militari per recuperare ciò che ritiene essere una sua provincia. La scorsa settimana, Taiwan ha schierato missili anti-aerei, mentre ha intensificato i servizi del pattugliamento militare per compensare l’espansione delle capacità militari difensive e offensive della Cina. Secondo quanto riporta Rt, il ministro della Difesa di Taiwan Feng Shih-Kuan nel corso di un discorso al parlamento ha detto: «Guardando avanti alla trasformazione della strategia della Cina e ai suoi investimenti in nuove attrezzature e armi, dobbiamo rivedere la nostra formazione militare».

La scorsa settimana, il Pla ha inviato aerei da combattimento, 13 bombardieri pesanti e aerei di early warningattraverso lo Stretto Miyako tra le isole del Giappone di Okinawa e Miyako, secondo il ministero della difesa giapponese. È stata la più grande flotta di aerei stranieri che il Giappone ha visto dal 2003, da quando cioè ci sono dati disponibili, ha detto la Difesa nipponica, ripresa da Sputnik.

Xinhua, agenzia statale di stampa cinese, ha detto che i jet dovevano incrociarsi con una flotta navale cinese nel Pacifico occidentale: «Questa manovra fa parte dei piani annuali per la marina, non si rivolge a un paese o un bersaglio specifico, e si accorda con le leggi e le norme internazionali della materia».

La nave in transito nella regione era un incrociatore di recente entrato in servizio soprannominato il Changle Gongzhu, ha detto il Press Trust of India. La nave si è diretta verso le isole Paracel nel Mar Cinese Meridionale nel suo viaggio inaugurale, ha detto Xhinua, dove avrebbe portato dei turisti. I viaggi di questo genere sono progettati per rafforzare le richieste territoriali della Cina sul Mar Cinese Meridionale, ha poi aggiunto il Press Trust of India. La nave ha trasportato 308 passeggeri per un giro tra Yinyu, Quanfu, e Yagong nel corso di una crociera di quattro giorni.

Maddalena Ingrao