TAIWAN. Pechino si addestra per l’invasione; Taipei costruisce nuove navi

201

Carri armati e unità di fanteria dell’esercito cinese hanno partecipato a una recente esercitazione di guerra urbana che è stata descritta come una finta invasione di Taiwan. Un filmato trasmesso dalla Cctv, emittente televisiva statale cinese, mostrava anche immagini del carro armato tipo 96A in azione durante le manovre a Hangzhou, capitale della provincia di Zhejiang, nella Cina orientale.

Le unità dell’Esercito Popolare di Liberazione del 72° Gruppo Armato, di base a Huzhou, Zhejiang, hanno partecipato all’esercitazione, che ha tentato di simulare le condizioni urbane che le forze d’invasione cinesi potrebbero incontrare in seguito a uno sbarco riuscito su Taiwan. Insieme al 73° Gruppo Armato di stanza a Nanjing, Jiangsu, il 72° è stato descritto dagli analisti militari taiwanesi come la principale forza di invasione del Pla. Entrambi fanno parte del Comando del Teatro Orientale della Cina, riporta Newsweek.

Inoltre, quattro aerei da guerra cinesi hanno volato nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan, Adiz, il 16 dicembre: Si tratta del più grande numero di incursioni in un solo giorno dall’inizio di novembre, secondo il ministero della Difesa di Taipei.

La Difesa di Taiwan ha fatto decollare i suoi intercettori per seguire tre Y-8 e un Y-9 dell’Esercito di Liberazione del Popolo mentre volavano tra il sud-ovest di Taiwan e l’isola di Dongshan, controllata da Taiwan. L’Adiz permette a un paese di monitorare gli aerei stranieri ma, nonostante l’uso diffuso delle zone, non sono riconosciute dal diritto internazionale.

Temendo sempre più l’invasione di Pechino, la Marina di Taiwan ha deciso di costruire altri tre esemplari della versione aggiornata della sua corvetta missilistica di classe Tuo Chiang entro il 2023.

Il vice ministro della Difesa Chang Che-ping ha dichiarato al parlamento, riporta Roc, l’agenzia stampa di Taipei, che le forze armate avevano originariamente previsto di costruire tre corvette missilistiche aggiornate di classe Tuo Chiang entro il 2025.

Ma, a causa della crescente minaccia militare da parte della Cina, i militari hanno chiesto ai cantieri Lung Teh Shipbuilding, di costruire le due corvette rimanenti più rapidamente e di produrre più navi in breve tempo.

Le navi Tou Chiang sono state soprannominate dai militari di Taiwan “killer di portaerei”, poiché il loro arsenale comprende i missili antinave Hsiung Feng II e III e un cannone da 76 mm e i missili Sea Sword II.

Graziella Giangiulio