TAIWAN. Corsi d’intelligence FBI a Taipei

26

Taiwan ha ospitato per la prima volta un programma di addestramento dell’Fbi. La settimana scorsa il presidente Tsai Ing-wen e il vicedirettore dell’Fbi Paul Abbate si sono confrontati su questioni di intelligence e sicurezza. L’Accademia Nazionale dell’Fbi ha scelto di tenere una sessione di formazione per 170 alti funzionari delle forze dell’ordine di 20 nazioni della regione Asia-Pacifico a Taiwan.

Tsai ha detto che la mossa era «una testimonianza dell’importanza dell’isola per lo stato di diritto nella comunità internazionale». Ha espresso la speranza che le reti di condivisione dell’intelligence di Taiwan «si espanderanno in tutta l’Asia orientale e sudorientale». Abbate ha detto nel suo discorso che la visione dell’Fbi per la regione indopacifica non esclude nessuno, e che ogni paese della regione Asia-Pacifico deve essere libero di determinare il proprio corso all’interno di un sistema di valori che assicura l’opportunità anche ai paesi più piccoli di prosperare, liberi dall’attività predatoria degli stati più forti, riporta Asia Times.

Abbate è il funzionario di più alto livello dei servizi di sicurezza e di intelligence degli Stati Uniti che si sia recato a Taiwan. L’isola ha firmato protocolli d’intesa sull’applicazione della legge con Washington e Manila, secondo il ministero della Giustizia, ma è esclusa dall’International Criminal Police Organization (Interpol) a causa della ferma affermazione di Pechino che l’isola non è uno stato sovrano, ma una provincia separatista.

Per gli Usa l’assenza di Taiwan «aumenta i rischi per tutti i paesi», e hanno elogiato Taiwan come uno dei partner più vicini alle forze dell’ordine statunitensi.

Le osservazioni di Tsai su Taiwan che amplia la sua rete di condivisione dell’intelligence e l’Fbi che tiene un seminario sull’isola suggerisce che Washington potrebbe aver iniziato a condividere alcune informazioni classificate con l’isola, una mossa che potrebbe ulteriormente cementare legami bilaterali più stretti da quando Donald Trump ha assunto l’incarico nel 2017. Si è parlato, infatti, di un “consistente” numero di agenti dell’intelligence di stanza presso l’American Institute di Taiwan, che è di fatto l’ambasciata di Washington.

In precedenza, i mass media taiwanesi hanno rivelato che i membri del Corpo dei Marines degli Stati Uniti erano stati dispiegati nel nuovo complesso dell’Ait. La conferenza dell’Fbi è un evento di follow-up per le forze dell’ordine che hanno partecipato a un corso di 10 settimane che di solito si tiene negli Stati Uniti e che copre tutti gli aspetti della formazione professionale necessaria per le forze dell’ordine.  

Il personale dell’Ufficio investigativo di Taiwan e dell’Agenzia di polizia nazionale ha partecipato alla formazione fin dai primi anni ’60, e circa 36 di loro si sono diplomati dal campus dell’Fbi di Quantico, in Virginia. Questa cooperazione in materia di sicurezza è continuata nonostante il passaggio del riconoscimento diplomatico di Washington a Pechino nel 1979. Iniziata nel 1935, l’Fbi National Academy è un programma per il personale attivo delle forze dell’ordine statunitensi e internazionali per migliorare le proprie credenziali e costruire reti professionali.

Maddalena Ingrao