TAIWAN. Allarme Rosso: 19 jet cinesi passano lo Stretto

203

Per il secondo giorno consecutivo, l’aviazione di Taiwan ha fatto decollare i jet dopo che ben 19 aerei cinesi hanno attraversato la linea mediana dello Stretto di Taiwan.

«19 settembre, dodici caccia J-16, due J-10, due J-11, due bombardieri H-6 e un Y-8 ASW hanno attraversato la linea mediana dello Stretto di Taiwan e sono entrati nell’Adiz sud-ovest di Taiwan. Il Rocaf ha messo in allerta i caccia, e ha dispiegato un sistema missilistico di difesa aerea per monitorare le attività», ha twittato il Ministero della Difesa Nazionale, Roc.

Come riporta Ani News, nonostante il ministero della Difesa di Taiwan abbia esortato la Repubblica Popolare Cinese a dar prova di moderazione e ad astenersi dall’aumentare le tensioni attraverso lo stretto di Taiwan, gli aerei militari cinesi hanno continuato ad attraversare la linea mediana dello stretto di Taiwan e sono entrati nello spazio aereo di Taiwan.

Nei giorni precedenti, riporta il Pla Daily, giornale ufficiale dell’Esercito di Liberazione del Popolo, riportava una serie di esercitazioni in virtuale che i piloti stealth cinesi avevano fatto simulando un attacco a Taiwan.

Per caccia stealth si intende il J-20 di quinta generazione, sviluppato in Cina ed è entrato in servizio nel 2017. Il caccia bimotore monoposto è il primo, e finora l’unico, caccia pesante stealth in servizio; la sua velocità e la sua capacità di eludere i radar nemici e l’avionica avanzata ne hanno fatto la “spina dorsale” della forza aerea cinese; ha comunque avuto problemi di sviluppo dei motori. Il motore WS-15 progettato per il caccia è stato a lungo in ritardo, costringendo le forze aeree ad utilizzare motori inferiori che hanno limitato le prestazioni del velivolo.

Si ritiene che il suo costruttore, Chengdu Aircraft Industry Group, abbia una linea di produzione per costruire circa un aereo al mese, e si pensa che ne siano stati consegnati solo 50 circa. Nel frattempo, l’aviazione taiwanese sta diventando il più grande operatore al mondo di aerei di quarta generazione, e il mese scorso ha ordinato 66 caccia F-16V aggiornati.

I primi due aerei dell’ordine dovrebbero essere consegnati nel 2023 e si aggiungeranno ai 150 caccia F-16A/B acquistati dall’isola negli anni Novanta. I J-20 della Cina sono stati avvistati anche nei pressi del confine con l’India, dove Nuova Delhi ha schierato il suo nuovo Dassault Rafale di quarta generazione.

Luigi Medici