TAGIKISTAN. Relazioni più strette con l’Iran

43

Il presidente iraniano Hassan Rouhani afferma che l’Iran può servire come via di transito migliore e più sicura per le merci del Tagikistan. Il ministro degli Esteri del Tagikistan, Sirodjidin Mukhriddin, ha tenuto colloqui separati sabato con il presidente Hassan Rouhani e il suo omologo iraniano Mohammad Javad Zarif. A darne notizia Teherantimes

Rouhani ha dichiarato: «Dobbiamo sforzarci di sviluppare relazioni tra Teheran e Dushanbe in diversi campi a vantaggio degli interessi di entrambe le nazioni». Notando che i due paesi godono di caratteristiche culturali, storiche e linguistiche comuni, Rouhani ha dichiarato: «La Repubblica islamica dell’Iran ha sempre favorito la stabilità, la piena sicurezza e lo sviluppo del Tagikistan».

Rouhani ha aggiunto: «Siamo pronti a fornire al Tagikistan maggiori servizi di ingegneria tecnica e trasferire esperienze nell’attuazione di progetti». Il Presidente iraniano ha anche sottolineato l’importanza del porto di Chabahar per il transito di merci, dicendo: «L’Iran può essere la rotta di transito migliore e più sicura per i beni del Tagikistan». Il porto di Chabahar nell’Iran meridionale è stato sviluppato dall’India.

I terroristi che lasciano l’Iraq e l’Afghanistan potrebbero diventare attivi in Asia centrale e Rouhani ha anche indicato la minaccia del terrorismo e le sfide dell’intervento straniero nella regione, dicendo che oggi la regione si trova in una condizione speciale.

«Con i terroristi che lasciano l’Iraq e la Siria, ci sono timori che possano diventare attivi in Asia centrale e nel Caucaso, quindi l’Iran e il Tagikistan possono aumentare la cooperazione nella lotta al terrorismo». Da parte sua, Mukhriddin ha dichiarato: «Lo sviluppo delle relazioni tra Teheran e Dushanbe è molto importante per noi». Sottolineando che la politica iraniana di lotta al terrorismo e all’estremismo ha avuto un impatto efficace, ha affermato: «Riteniamo che l’esistenza di gruppi terroristici costituisca un serio mal di testa per le nazioni regionali e dobbiamo cooperare nella lotta al terrorismo».

Ha fatto riferimento all’invito ufficiale del presidente tagico a Rouhani, esprimendo la speranza che l’Iran possa partecipare alla Conferenza sulle misure di interazione e rafforzamento della fiducia in Asia (CICA), che si terrà a Dushanbe nel prossimo futuro.

All’inizio della giornata, Mukhriddin ha incontrato il ministro degli Esteri Zarif. Hanno inoltre sottolineato la necessità di rafforzare la cooperazione reciproca nei settori bilaterali, regionali e internazionali. All’ordine del giorno dei colloqui c’erano il rafforzamento delle relazioni politiche, parlamentari ed economiche, nonché la cooperazione tra gruppi di amicizia di entrambi i paesi.

Hanno anche conferito la promozione della cooperazione nella gestione delle risorse idriche, dell’energia e dei trasporti, tenendo consultazioni politiche e consolari, l’espansione della cooperazione culturale bilaterale e internazionale, in particolare all’interno dell’UNESCO, e contrastato all’estremismo e il terrorismo.

Anna Lotti