TAGIKISTAN. Mosca schiera gli S300 al confine afgano

67

L’esercito russo ha dispiegato per la prima volta il sistema missilistico terra-aria S-300 nella sua base militare vicino all’Afghanistan, ha annunciato il ministero della Difesa di Mosca. La Russia mantiene truppe nella sua base militare nell’ex repubblica sovietica del Tagikistan, vicino al confine afghano, come deterrente contro la minaccia dei radicali islamisti e del traffico di droga, riporta The Moscow Times. Gli Stati Uniti schierano 13.000 uomini in Afghanistan come parte di una missione di supporto guidata dalla Nato.

La Difesa russa ha detto il 26 ottobre che aveva inviato un battaglione di 30 lanciatori e altri veicoli dalla Russia centrale alla base in Tagikistan per proteggerla dagli attacchi. Ha detto che il dispiegamento di S-300Ps mira anche a fornire capacità di difesa aerea alla più ampia regione dell’Asia centrale. «Questo è il primo sistema missilistico S-300 che sarà dislocato al confine con l’Afghanistan, dove sono attive le forze della coalizione internazionale», riporta Rbcnews.

Il canale Zvezda, gestito dal ministero della Difesa russo, ha pubblicato un filmato degli S-300 che vengono caricati e trasportati in Tagikistan su treno. La Russia negli ultimi mesi ha intensificato il suo ruolo di intermediazione tra il governo afghano e i Talebani. Le forze guidate dagli Stati Uniti hanno cacciato i Talebani nel 2001, ma l’Emirato Islamico ha organizzato attacchi quasi giornalieri ed è in controllo di parecchi distretti in quasi la metà dell’Afghanistan.

I colloqui ospitati a Mosca tra i talebani e i politici afghani sottolineano il ruolo crescente che la Russia sta giocando in Afghanistan, decenni dopo che le forze sovietiche si sono ritirate dal paese. La Russia ha anche aumentato le spedizioni di sistemi missilistici S-300 e S-400 in tutto il mondo, come in Cina, Iran, Egitto, Turchia e Siria.

L’S-300 fa parte di una famiglia di sistemi missilistici di difesa aerea in grado di impegnare bersagli aerei, dagli elicotteri ai missili da crociera e balistici. Il suo radar può distruggere bersagli fino a 150 chilometri di distanza, lanciando un missile ogni tre secondi.

Anna Lotti