Berna revoca le sanzioni contro Teheran

21

SVIZZERA – Berna 14/08/0214. La Svizzera ha revocato ufficialmente le sanzioni contro l’Iran già alleggerite nel 2014.

Lo ha annunciato il governo federale il 12 agosto con operatività 13 agosto, riporta la stampa locale. «Il Consiglio federale desidera che il passo di oggi venga visto come un segno del suo sostegno per l’attuazione dell’accordo nucleare e il suo interesse ad approfondire le relazioni bilaterali con l’Iran», si legge nella dichiarazione della segreteria di Stato sull’economia (Seco). Le sanzioni svizzere avevano vietato il commercio di metalli preziosi con lo stato iraniano e avevano fissato dei requisiti per segnalare il commercio di prodotti petrolchimici iraniani e il trasporto di petrolio greggio e prodotti petroliferi iraniani. La Svizzera introdurrà anche una nuova clausola di esenzione che permette a Berna l’attuazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite contro l’Iran. Il governo ha detto la Svizzera ha voluto «promuovere un ampio scambio politico ed economico con l’Iran», ma intende monitorare l’attuazione dell’accordo nucleare. «Nel caso in cui venga meno l’attuazione dell’accordo, il Consiglio federale si riserva il diritto di ripristinare le misure», continua la dichiarazione.