Solntseleta, l’aereo che vola senza gasolio

75

SVIZZERA – Ginevra. 14/04/14. Tutto pronto per la nuova era dei cieli “puliti”. Dalla svizzera arriva il primo aereo che vola senza gasolio.

Gli autori del progetto Swiss Solar Impulse sono due piloti Andre Borschberg (Andre Borschberg) e Bertrand Piccard (Bertrand Piccard) che hanno dato all’aereo lo stesso nome del progetto e hanno mostrato una macchina volante futuristica a Payerne (Payerne). Fonte Associates Press. L’aereo dovrebbe prendere il volo nel 2015 ed è il secondo prototipo “solntseleta”. Il suo campo di cristallo singolo, che è coperto con migliaia di celle solari raggiunge i 72 metri, che è a soli 7 metri inferiore al’ A380. Il “Solar Impulse”, pesa 2,3 tonnellate. Inoltre il velivolo è stato migliorato l’efficienza e l’efficacia dei quattro motori, con la quale il “solntselet” ha raggiunto il 94 per cento. Inoltre state migliorate caratteristiche tecniche della macchina  ed è diventato meno sensibile all’influenza di fattori esterni. L’obiettivo dei due piloti è: «Fare il giro del mondo, dobbiamo muoverci in qualsiasi tempo, in grado di volare tra le nuvole» ha detto uno dei fondatori del progetto, un ingegnere e pilota André Borschberg. Durante i voli, il primo prototipo, ha registrato dei problemi nel volo quando c’era cattivo tempo. Inoltre era necessario evitare zone di turbolenza. Quindi a differenza dei Jet il Solar Impulse ha una struttura fragile, che si muove ad una velocità di circa 50 km / ora e le perturbazioni potrebbero essere letali. Voli di prova prototipi dovrebbero iniziare nel maggio di quest’anno. Per essere pronti al giro del mondo entro il 2015, e il percorso è il seguente: Svizzera – India-Birmania – Cina – volo sopra l’Oceano Pacifico – Stati Uniti – volo sopra l’Atlantico – Sud Europa o in Nord Africa – Svizzera. Si noti che il velivolo ultraleggero è completamente alimentato da pannelli solari e batterie, che li caricano durante il giorno, permettendo al velivolo di volare anche quando il sole tramonte. Impulse-1 Solar, sviluppato al Politecnico di Losanna, con il supporto di aziende private e l’Agenzia spaziale europea, ha fatto il suo primo volo quattro anni fa, nel mese di aprile 2010. Nel luglio dello stesso anno, i suoi creatori hanno dimostrato che la macchina può volare di notte con l’energia accumulata durante il giorno. Nel 2011, ha viaggiato dalla Svizzera a Bruxelles e Parigi, primo volo internazionale di questa macchina. Nel 2012 il primo volo intercontinentale di “solntselet” dalla Svizzera al Marocco. Nel 2013, ha attraversato gli Stati Uniti da ovest a est in cinque fasi. Lanciato a San Francisco all’inizio di maggio, èmsbarcato a New York ai primi di giugno. Al North American continente “solntselet” è stato portato a bordo di un cargo Boeing 747. Il secondo prototipo avrà la forza per attraversare l’oceano per conto proprio.