Svezia preme per la creazione della Cooperazione Nordica militare

98

SVEZIA – Helsinki. Il governo svedese intende accelerare le procedure per la creazione della Cooperazione Nordica militare assieme a Finlandia, Norvegia e Danimarca. 

 

Secondo una dichiarazione cognita fatta dal ministro della Difesa e degli Esteri svedesi, Karin Enström e Carl Bildt, la cooperazione nordica prevede la«fusione e condivisione» di equipaggiamento e capacità, creando forze comuni, per la difesa nordica.

Restano però i dubbi proprio sulla Svezia per la su capacità di spesa per la difesa, e come questo tipo di patto potrebbe funzionare con le nazioni nordiche parte della NATO.

L’idea di collaborazione è partita dal 2008 e i progressi verso la condivisione e la messa in comune delle attrezzature militari dovrebbero iniziare nel 2013. Il basso livello di spesa per la difesa della Svezia, negli ultimi anni, ha riacceso la volontà di Stoccolma di sviluppare una strategia di difesa pan-nordica in grado di offrire una capacità credibile e costi minori.

La proposta svedese ha diviso la politica finlandese. Il primo ministro Jyrki Kataynen ha detto cheesercitazioni congiunte e di acquisizioni comuni di attrezzature erano sul tavolo, ma non c’era un trattato di difesa.

La prospettiva di una messa in comune e condivisione con la Svezia, o di un più ampio accordo di difesa nordica, è una possibilità, ma deve essere vista come una proposta a lungo termine piuttosto che a breve termine, ha detto Carl Haglund, ministro della Difesa di Helsinki.