Il tribunale sui crimini in Sud Sudan si deve fare

45

STATI UNITI D’AMERICA – New York 12/06/2016. Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna si sono impegnate nella scorsa settimana a sostenere gli sforzi dell’Unione africana di istituire un tribunale misto per i crimini di guerra commessi durante la guerra civile del Sud Sudan dopo che i leader del paese hanno dato di non volerlo istituire.

Il presidente del Sud Sudan Salva Kiir e il suo vice e rivale Riek Machar hanno invitato la comunità internazionale a riconsiderare la creazione di un simile tribunale e invece di sostenere il processo di pace, verità e riconciliazione, riporta Defence Web. Kiir e Machar si erano impegnati nel creare un tribunale misto dell’Unione Africana nell’accordo di pace firmato nell’agosto 2015 secondi cui nessun governo o funzionari eletti sarebbero stati non perseguibili. Infatti proseguono gli scontri nel paese ricco di petrolio. L’entra di monitoraggio delle Nazioni Unite aveva detto al Consiglio di Sicurezza a gennaio che Kiir e Machar avrebbero dovuto essere giudicati per le atrocità commesse durante la guerra.
La rottura tra Kiir di Machar, nel 2013, ha scatenato un conflitto tra i Dinka del Kiir e i Nuer di Machar. Più di 10mila persone sono state uccise e il paese più giovane del mondo, che ha ottenuto l’indipendenza dal Sudan nel 2011 con il forte sostegno degli Stati Uniti, è stato fatto a pezzi. Gli Stati Uniti hanno minacciato di imporre sanzioni se Kiir e Machar ritratteranno questa parte dell’accordo di pace. Anche la Gran Bretagna ha anche ribadito il suo sostegno per la corte mista.