Chi ha inquinato a Yongsan?

10

COREA DEL SUD – Seul 19/06/2016. Il tribunale amministrativo di Seoul ha stabilito nei giorni scorsi che il ministero dell’Ambiente (Moe) deve pubblicare i risultati degli studi sull’inquinamento condotti lo scorso anno alla base militare degli Stati Uniti a Yongsan.

A maggio 2015, riporta The Korea Times , un gruppo di esperti del ministero ha testato suolo e acque della base (nella foto), e ad agosto alcune ong hanno presentato una denuncia al tribunale dopo che il ministero aveva rifiutato di pubblicare i risultati. La sentenza arriva durante il trasferimento della base da Yongsan a Pyeongtaek, provincia di Gyeonggi, completato entro la fine del 2017. Il ministero dovrebbe fare appello alla Corte Suprema. Il rifiuto del ministero ha la sua base giuridica nello Status of Forces Agreement (Sofa), un accordo tra la Corea e gli Stati Uniti che vieta la condivisione di informazioni su questioni in corso con il pubblico. Il ministero ha inoltre sostenuto che il rilascio di informazioni potrebbe compromettere i rapporti diplomatici della Corea con gli Stati Uniti. I gruppi civici contestato la tesi del governo. 

Secondo il Sofa, l’esercito degli Stati Uniti è responsabile per qualsiasi inquinamento ambientale che si sia verificato all’interno della base militare. Quello che succede al di fuori della base è responsabilità della Corea. Molti studi hanno dimostrato che le acque sotterranee e il suolo nei pressi della base di Yongsan sono fortemente contaminati da sostanze chimiche tossiche, sospettati di provenire dalla base. Gli Stati Uniti non hanno mai ufficialmente riconosciuto il loro ipotetico ruolo nella contaminazione, secondo le ong a causa dei costi elevati per la bonifica; il governo della città ha speso 5,6 miliardi di won per le pulizie vicino alla base dal 2001. I negoziati per definire chi pagherà per la pulizia della base a Yongsan non sono ancora iniziati e lo studio del 2015 serviva ad accertare i fatti prima di avviare i negoziati.