Cooperazione tra polizia sudcoreana e nipponica

16

COREA DEL SUD – Seul 15/12/2015. La Polizia coreana (Knpa) ha detto il 15 dicembre di aver ricevuto una richiesta di collaborazione da parte delle autorità giapponesi nelle indagini sul caso che coinvolge un ventisettenne coreano, sospettato di essere l’autore di un’esplosione nel tempio Yasukuni a Tokyo, lo sorso novembre.

Cho giugno-hyuck, portavoce del ministero degli Esteri della Corea, riporta il quotidiano Korea Jongaang Daily, ha confermato la richiesta. Il 9 dicembre, la polizia di Tokyo ha arrestato un uomo coreano, soprannominato Jeon, all’aeroporto di Haneda, sospettato di essere dietro una esplosione all’interno della toilette maschile al santuario di Tokyo il 23 novembre; l’esplosione ha provocato un piccolo incendio, ma non vittime. La polizia di Seul ha detto di aver accettato di collaborare con quella nipponica min conformità alla normativa internazionale Interpol, aggiungendo che le autorità giapponesi avevano chiesto informazioni su Jeon, la sua residenza e il suo background.