Colloqui per la pace in Sudan

6

SOMALIA – Addis Abeba 20/03/2016. Il governo del Sudan e l’opposizione hanno iniziato i colloqui di pace a porte chiuse il 18 marzo.

I colloqui si svolgono a Addis Abeba durante una escalation delle tensioni tra le due parti riporta Anadolu. L’ex presidente sudafricano Thabo Mbeki è il mediatore dei colloqui nella sua veste di capo del gruppo di osservazione dell’Unione Africana per il Sudan. Il processo di pace sudanese è “un processo a due tracce”, visto che i negoziatori governativi si devono impegnare con i ribelli del Sud Kordofan e del Nilo Blu da un lato e ribelli del Darfur, dall’altro. I ribelli chiedono la fine della guerra e l’apertura di corridoi umanitari prima di passare ad altre questioni. Ma Amin Hassan Omar, che ha guidato la delegazione del governo sudanese nei colloqui con i ribelli del Darfur, ha detto che la riunione è destinata a continuare a livello bilaterale con Mbeki che cerca di soddisfare i gruppi armati separati fino a quando non sono d’accordo sull’ordine del giorno. Il governo sudanese e i ribelli tengono incontri dal 2011 quando le due parti hanno deciso di cercare il dialogo politico per definire le loro differenze, dopo una grande conferenza a Doha in Qatar. Omar ha detto tutte le parti che partecipano al dialogo avrebbe bisogno di trovare un collegamento con quanto stabilito a Doha, ma i ribelli chiedono la fine incondizionata alla guerra in corso e l’apertura di un corridoio umanitario.