SUDAFRICA. Ramaphosa punta alla top ten della Banca Mondiale

35

Oltre 1.700 persone provenienti da 22 paesi hanno partecipato alla seconda Conferenza inaugurale sugli investimenti in Sudafrica, tenutasi a Johannesburg. L’incontro fa parte della spinta del presidente per migliorare la seconda economia africana e affrontare il tasso di disoccupazione del 29,1%.

Un anno fa nel distretto finanziario di Sandton, Johannesburg, Cyril Ramaphosa aveva annunciato la sua visione di portare investimenti fino a 90 miliardi di euro in un periodo di 5 anni, con l’obiettivo di creare più di 400.000 posti di lavoro

Esattamente 1 anno dopo il vertice inaugurale, 8 dei 31 progetti annunciati sono stati rilasciati e 17 sono in fase di attuazione.

«Il tasso degli impegni di investimento assunti oggi è dell’ordine di 363 miliardi di rand», ha detto il presidente sudafricano. «Abbiamo ricevuto indicazioni di ulteriori 8 miliardi di rand di investimenti che sono ancora soggetti ad approvazione. Questi investimenti porteranno prudentemente alla creazione di circa 412.000 posti di lavoro diretti nei prossimi 5 anni». I settori tessile, dell’energia e dell’alta tecnologia hanno favorito l’accesso al Sudafrica ai mercati globali; gli accordi commerciali all’interno della Sadc e dei paesi Brics, ad esempio, hanno incoraggiato gli investimenti, riporta Euronews.

Il paese si è prefissato l’obiettivo da collocare tra i primi 50 performer globali nel Doing Business Report della Banca Mondiale entro i prossimi 3 anni. Miglioramenti significativi sono stati osservati in questo rapporto annuale in settori quali la creazione di un’impresa e il commercio transfrontaliero.

Nonostante le sfide che vanno dalla corruzione, alla crisi dello stato e alla stabilizzazione dell’azienda energetica Eskom, molti investitori stranieri credono ancora nella visione del presidente Ramaphosa. Le società francesi Total, Air Liquide e Alstom hanno promesso di investire oltre 1,3 miliardi di dollari nei prossimi 3 anni. Le aziende francesi hanno creato infatti più di 65.000 posti di lavoro diretti.

L’attenzione del Sudafrica è oggi volta a consolidare un ambiente favorevole alle imprese e questi primi successi indichino la buona strada per raccogliere investimenti a lungo termine in una varietà di settori economici.

Tommaso dal Passo