SUDAFRICA. Città del Capo è tra le città più violente al mondo

137

Città del Capo si è classificata all’undicesimo posto dell’elenco delle città più pericolose del mondo. L’elenco è stato stilato dal Consiglio messicano per la sicurezza pubblica e la giustizia penale. All’inizio di luglio, il governo sudafricano ha dispiegato truppe in alcune aree, nel tentativo di frenare la violenza.

«Il crimine è un problema molto grande per noi della provincia. Il nostro tasso di omicidi è incredibilmente alto e l’anno scorso abbiamo avuto 3.700 omicidi nella nostra provincia», ha detto il premier di Western Cape, Alan Winde e tra novembre 2018 e maggio 2019, sono stati registrati oltre 2000 omicidi in città. «Non abbiamo abbastanza polizia, abbiamo una gestione della polizia a livello provinciale (…) Per questo motivo abbiamo dichiarato una disputa con il ministro nazionale. Stiamo dicendo al governo nazionale che dovremmo avere un maggiore controllo di gestione a livello provinciale», riporta Enca.

Le forze armate di Johannesburg sono state dispiegate a Manenberg, nel parco di Hannover, dopo due settimane di attesa dell’intervento militare. Il ritardo nel dispiegamento è stato giustificato per poter sfruttare l’elemento sorpresa contro le bande criminali.

La popolazione, riporta sempre Enca, ha accolto con gioia lo schieramento per le strade dei militari a metà luglio. Tredici omicidi nelle aree sotto il controllo dalle gang hanno spinto le autorità a inviare la Sandf. I residenti hanno accusato la polizia d’incompetenza e i soldati percepito come l’ultima speranza sono considerati gli unici in grado di gestire la criminalità nei loro quartieri.

Gli abitanti di Phillipi East dicono che tre mesi di intervento militare non saranno sufficienti.

Parlando in Parlamento la scorsa settimana, il presidente Cyril Ramaphosa ha detto che un’operazione di questo tipo non può avere successo senza la cooperazione di diversi settori, ma soprattutto delle comunità colpite dal gangsterismo. «Questa è la forza di difesa di un Sudafrica democratico, una forza di difesa che è stata coinvolta in operazioni di mantenimento della pace in varie parti del continente e che ha svolto un ruolo critico nel sostenere la polizia sudafricana in simili operazioni di lotta alla criminalità».

Con un tasso di omicidi di 138,26 per 100.000 abitanti, nel 2018 Tijuana in Messico è stata la città più violenta del mondo, riporta lo studio messicano.

Lucia Giannini