SUD SUDAN. Fallito il vertice: Kiir non vuole più Machar nel governo

61

Il Sud Sudan ha affermato che il leader ribelle Riek Machar non può entrare nel governo dopo cinque anni di guerra civile causata dal suo gruppo ribelle e «intesa a far deragliare il processo di pace». Il ministro dell’Informazione del Sudan meridionale Michael Makuei Lueth si è offerto di permettere a un rappresentante ribelle di unirsi al suo governo, ma ha escluso Machar, dicendo che ne aveva “abbastanza”: «Machar non può far parte del governo. Ne abbiamo abbastanza», ha detto Lueth in una conferenza stampa nella capitale etiope, Addis Abeba.

Tuttavia, ha sottolineato che il presidente del Sudan del Sud Salva Kiir terrà un altro incontro faccia a faccia con il suo antagonista ed ex vicepresidente Machar la prossima settimana. Machar e Kiir si sono incontrati in Etiopia il 20 giugno per la prima volta in due anni per negoziare la fine di una guerra civile durata oramai cinque anni. La sanguinosa guerra civile in Sud Sudan, il paese più giovane dell’Africa, è iniziata nel dicembre 2013, quando il presidente in carica ha accusato il suo ex vice, Machar, di voler tentare un colpo di Stato. Da qui si è scatenata una guerra civile che ha diviso il paese. Decine di migliaia di persone sono state uccise e milioni sono state sfollate nel corso del conflitto, riporta Press Tv.

Le Nazioni Unite e altri organismi accusano tutte le parti nella guerra di aver commesso atrocità contro i civili.

Il gruppo ribelle di Machar’s il Sudan People’s Liberation Movement-in-Opposition, Splm-Io, ha rilasciato una dichiarazione in cui criticava le osservazioni di Lueth: «Questa cattiva politica fatta da un noto uomo non favorevole alla pace,  ha solo lo scopo di far deragliare il processo di pace”», ha detto.

Il 21 giugno, il Splm-Io ha denunciato gli attuali sforzi del gruppo di otto nazioni dell’Africa orientale dell’Autorità intergovernativa per lo sviluppo, Igad, di convocare riunioni per discutere la pace, dicendo che questi incontri non «fermeranno la guerra» e che il modello generale dell’Igad è “irrealistico”.

Nonostante le reciproche recriminazioni, Lueth ha detto che Kiir avrebbe incontrato di nuovo Machar la prossima settimana nella capitale del Sudan, Khartoum.

Tommaso dal Passo