Bentiu, i ribelli attaccano

91

SUD SUDAN – Bentiu. 10/02/15. Il governo del Sud Sudan oggi, ha accusato gli uomini di Riek Machar di aver bombardato la città petrolifera di Bentiu, nel nord.

Una violazione del recente cessate il fuoco firmato a inizio febbraio tra le due parti. Fonte Jeune Afrique. «I ribelli hanno bombardato le nostre posizioni a Bentiu con l’artiglieria», ha denunciato il 10 febbraio, Kuol Manyang, il ministro della Difesa del Sud Sudan. «Si tratta di una violazione della cessazione delle ostilità, e noi ci difenderemo», ha avvertito.
Gli operatori umanitari sul posto hanno confermato il bombardamento, che è venuto a meno di due settimane dopo la firma del settimo cessate il fuoco tra il presidente Salva Kiir e il suo ex vice presidente Riek Machar , ora leader della ribellione. Una recrudescenza della violenza è avvenuta all’indomani della conferenza dei donatori a Nairobi, durante il quale le due parti si sono nuovamente incontrate per porre fine alla loro sanguinoso conflitto. I relatori sono stati anche in grado di raccogliere 529 milioni dollari per il Sud Sudan.
Nel frattempo, i colloqui di pace sotto l’egida della East African organizzazione intergovernativa IGAD, dovrebbero riprendere il 19 febbraio tra le due parti nella capitale etiope Addis Abeba. I mediatori dell’Africa orientale danno fino al 5 marzo a Salva Kiir e Riek Machar per porre fine in modo permanente al conflitto.