STATO ISLAMICO. La guerriglia urbana durerà a lungo

72

Giornate dedicata alle minacce, anche se per la maggiore sono andate le grafiche contro i campionati del mondo in Russia. Anche se ISIS ha raffigurato le esecuzioni di Messi, Neymar e Deschamps, in realtà non sono mancate promesse a tutto l’Occidente di uccisioni di massa e terrore. Come noi bombardiamo ISIS, viceversa loro uccideranno noi (nella foto). 

Per dare man forte a questo tipo di comunicazione ISIS ha spinto molto sui canali per lupi solitari. Tra questi, ce ne è uno specializzato nel postare i numeri di Rumiyah in lingua inglese e  quello che contiene le istruzioni per fabbricare esplosivi, ad esempio, ISIS promette, inoltre, di ritornare ai “fausti” giorni degli attacchi a Parigi e anzi di compiere attentati ancora più “importanti”.

Tra le grafiche, postate dai canali olandesi, ma in lingua inglese, non sono mancate quelle che inneggiano al Jihad. Invito ancora a uccidere o, per meglio dire, sterminare gli sciiti perché malati curabili solo con la spada. Per quanto riguarda la comunicazione in senso stretto, si trovano diverse versioni del file del Daily report di ISIS; inoltre si sta spingendo molto, ma con difficoltà, a far decollare il canale Wilayat News Network, vista la cancellazione costante.

Post non ISIS inoltre segnalano il ritorno delle notizie A’maq via mail, che mancavano da circa 10 giorni. Tra le curiosità ci sono stati il gelo anticipato nel Minnesota, visto da ISIS tra le punizioni di Dio e le solite critiche ad al Qaeda perché molto lontane dalle vere istanze di Allah, come dimostra l’atteggiamento che al Qaeda mantiene nei confronti dei paesi come l’Arabia Saudita. 

ISIS ha postato più volte un articolo della Reuters dove si informa che ISIS ha adottato la metodologia della guerriglia urbana e questo consentirà al gruppo terrorista di vivere più a lungo; a questo articolo ha fatto il paio quello del Daily Mail in cui si descrivono IED di ISIS difficili da rimuovere. ISIS in altre parole usa la stampa “straniera” per mostrare le sue capacità belliche e per far sapere che non solo esiste, ma vivrà a lungo. L’unica cosa che ISIS chiede ai suoi di mantenere ferma è la certezza del ritorno del Califfato e anche oggi ha postato file delle parole di Anwar al Awlaki in merito.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico.
È possibile acquistare il libro su
Tabook.it