STATO ISLAMICO. ISIS ispirata dal videogioco Call of Duty

128

Sono continuati i post di grafiche contro gli Stati Uniti e Occidente a seguito della ricorrenza dell’11 settembre. Qualcuno ha paragonato gli uragani che si stanno abbattendo sugli Stati Uniti alla punizione divina promessa da Allah ai suoi fedeli. Dio ha vendicato le morti in Siria e Iraq dei combattenti di ISIS e dei civili.

Di rilievo è la parte “video”: sono cinque i video postati in maniera assidua dalla maggioranza dei gruppi pro ISIS e dedicati al popolo della social sfera di ISIS di cui uno dedicato all’utenza di lingua italiana di ISIS. Per quanto riguarda i primi quattro abbiamo: la terza di una serie di video sulle battaglie nella zona dell’Eufrate, in particolare in questa puntata si vedono immagini girate durante l’imboscata ISIS contro milizie iraniane sulla strada tra Jamouna e Shadia, zona desertica del 3 settembre 2017. Un altro video: I soldati di Allah, paragona gli uragani che si stanno stagliando contro gli USA ai soldati di Dio. Una vendetta per tutti gli attacchi contro ISIS in Siria e Iraq. Un terzo video è di minaccia contro l’Occidente, già dal titolo se ne capisce il contenuto: Messaggio alle genti che vivono nella terra degli infedeli. Dal punto di vista della comunicazione, questo ultimo video, ha diversi punti di interesse: si tratta i un trailer di due minuti.

Stessa durata dei trailer per i video giochi. Ed infatti a questo è ispirato. Nel video ISIS edito da Constacy Media, viene colpita Parigi e le immagini sono state “ri-elaborate” da una serie di video giochi che si chiamano Call of Duty, nella sua variante Modern Warfare. Nel video lo speaker parla inglese, ma è chiaramente di origine dell’Est, se non addirittura russo. L’obiettivo del video è terrorizzare l’Occidente ed è contemporaneamente una chiamata alle armi per i lupi solitari francesi e belgi a cui è dedicato il quarto video dal titolo: Seguite i loro passi. Il video è una miscellanea, in lingua francese, di tutti gli attentati in Europa, almeno fino a Nizza. Nel video si chiede di agire contro Theresa May e di insorgere sia in Francia e in Belgio così come hanno fatto i fratelli negli attentati passati, sono citati gli attentati francesi e quelli in Belgio e Germania. Da considerarsi aree estensibili, dunque, anche Belgio e Germania. Il video, sottotitolato in italiano, segue la sequenza temporale di Una fertile Umma: tradotto l’episodio cinque, vedi sezione Italia. Editi regolarmente i bollettini di ISIS. Mentre tra i canali nuovi segnaliamo il ritorno di molti canali italiani, il canale ufficiale ISIS Spagna, e uno in lingua Indonesiana.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it