STATO ISLAMICO. Cantlie e vivo?

96

Nelle ultime giornate, ISIS si è dedicata alla ricerca di una nuova a linea editoriale, cercando di trovare, e creare un trend che portasse audience, viste le recenti cronache che la danno per perdente. 

Primo trend che ha creato vasta eco e rimbalzi nel web è la risonanza data alla notizia su John Cantlie (nelle foto d’apertura), che non solo è vivo, ma è anche un giornalista dello Stato Islamico.

Molto probabilmente la notizia è trapelata dall’interrogatorio di un uomo di ISIS catturato a Mosul. O meglio, ISIS ha fatto passare alcuni giorni e poi, da una serie di account di lingua russa, ha cominciato a divulgare la notizia. Se il britannico fosse ancora in vita, con molta probabilità si troverebbe nella zona dell’Eufrate, al confine tra Siria e Iraq se non a Albu Kamal, area in cui si sono rifugiati tutti i combattenti di ISIS dopo la fuga da Hawija.

La ricerca di una nuova linea editoriale la si evince dalle grafiche, apparse contemporaneamente su canali generalisti, ascrivibili, in gergo giornalistico alla serie “non abbiamo nulla da scrivere”, in diverse lingue con diversi soggetti. Si va dalla preghiera, al corretto messaggio coranico, traduzione delle infografiche apparse su An Naba in lingua inglese e francese. E ancora dalla traduzione, o meglio sottotitolazione, di vecchi video di ISIS in lingua turca e araba per il nuovo pubblico turco e indonesiano, sempre più prolifico anche dal punto di vista grafico.

Inoltre, si registra anche la nascita di canali telegram nati solo per postare istruzioni su come sfruttare al meglio i social media.

Per chiudere ritornano le grafiche che inneggiano agli eroi del Califfato morti in battaglia, eroi che tutti sono tenuti a seguire fino alla morte. Infine, si fa serrata anche la comunicazione contro i nemici di ISIS, HTS in testa. HTS è indicata come l’unica “protetta” in rete. Secondo ISIS, infatti, nessuno ha mai cancellato loro account. Questa affermazione serve ad insinuare l’idea nei suoi seguaci e negli incerti che HTS si sia venduta ai “crociati”. 

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico.
È possibile acquistare il libro su Tabook.it