STATO ISLAMICO. Al Qaeda copia ISIS nello stile comunicativo

101

La pubblicazione e diffusione di An Naba, settimanale dello Stato Islamico, arrivato al 104esimo numero, è stata molto seguita. Rileviamo alcune novità: diffusione del settimanale anche su Twitter e Facebook, in contemporanea ai canali Telegram, e ancora, per la prima volta, un evento terroristico, la strage di New York, viene rivendicato dal settimanale dello Stato Islamico. Come se questa notizia dovesse essere uno “scoop” per far “vendere” il settimanale. 

E come in tutti i tabloid ISIS mette il richiamo alla notizia dell’attentato USA in prima pagina e rimanda ad articolo nelle pagine interne. In realtà poi la notizia è più simile a un comunicato che ad un articolo, ci sono, infatti, le informazioni minime: numero dei morti e feriti, data, luogo. Ed è dunque da un trafiletto che apprendiamo la rivendicazione dell’attentato di New York, e non da una comunicazione ufficiale. In questo modo ISIS intende anche dare valore al settimanale spesso criticato dai “nemici” e sempre difeso come canale e voce dello Stato Islamico nel mondo da ISIS.

Non solo, a seguito della rivendicazione apparsa su An Naba, su molti canali ISIS è comparso un lungo articolo che spiega le motivazioni dell’attacco e ancora ironizza sulla politica militare e estera di Trump sostenendo che ISIS ha arruolato non solo in Europa manche negli Stai Uniti ed ora è nelle case statunitensi per terrorizzare i cittadini americani. Tornando al settimanale An Naba, due le infografiche che vi sono inserite, una dedicata all’ultimo anno di battaglie in Siria o meglio ai morti siriani (e alleati). Un’altra invece è di tipo teologico. Mentre ancora eco sull’attentato di Manhattan si riscontra nelle grafiche, nella foto di apertura una recente grafica di minaccia agli States.

Molto movimento si registra in termini di creazioni di canali social per lupi solitari, molto ripubblicata è la rivista Rumiyah. La ripubblicazione del magazine serve ed è destinata ai nuovi adepti, soprattutto in Afghanistan, Indonesia e India, sempre più presente nei canali ISIS con due regioni il Kashmir e Kerala.

Da notare, inoltre, che Al Qaeda da qualche tempo ha riorganizzato i suoi mezzi comunicativi che assomigliano sempre più a quelli di ISIS anche se manca ancora quel piglio occidentale a cui ISIS oramai ci ha purtroppo abituato.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico.
È possibile acquistare il libro su
Tabook.it