Primo satellite dello Sri Lanka nello spazio cinese

75

SRI LANKA – Colombo. Martedì la Cina ha lanciato nello spazio il primo satellite per le comunicazioni costruito da un’azienda dello Sri Lanka. L’elemento spaziale è stato costruito, per alcune parti, in collaborazione con un’azienda cinese di proprietà dello Stato. L’alleanza Sri Lanka – Cina e ha portato non pochi problemi all’Isola con l’India che non vede di buon occhio l’intensificarsi delle relazioni tra Pechino e Colombo.

Il governo dello Sri Lanka ha sottolineato che il lancio è stato uno sforzo di tipo “privato”, effettuato da SupremeSAT (Pvt) Ltd e sul versate cinese dalla China Great Wall Industry Corp. Ma i media locali insistono nel dire che il satellite è stato voluto dal figlio più giovane del presidente Mahinda Rajapaksa, Rohitha. Il lancio del satellite ha avuto successo ha spiegato Vijith Peiris, amministratore delegato di SupremeSAT ed è partito dalla base spaziale di Xichang nella parte occidentale della Cina. In realtà dietro questa missione satellitare si celano una fitta rete di rapporti commerciali tra la Cina e lo Sri Lanka che preoccupano India e Stati Uniti. Cina e India non hanno mai avuto un rapporto idilliaco, anche se ultimamente stanno stringendo rapporti commerciali, ci sono, per esempio due zone di confine contese tra i due Paesi in cui al momento vengono emessi passaporti cinesi e passaporti indiani. La Cina da quando è finita nel 2009 la guerra trentennale nello Sri Lanka è diventata il più grande finanziatore di Colombo, con un portafoglio di investimenti pari a 59 miliardi dollari. Anche in passato Pechino aveva sostenuto lo Sri Lanka fornendo equipaggiamento militare al governo dello Sri Lanka per sconfiggere i ribelli di etnia Tamil. Fatto, questo, che ha cementato i rapporti tra la piccola isola e la Cina ma che ha scontentato India e USA. Nel corso di una visita in Cina all’inizio di novembre, il segretario alla Difesa singalese Gotabaya Rajapaksa, fratello minore del presidente, ha incontrato Liang e ha deciso di consolidare la cooperazione bilaterale. La Cina ha risposto predisponendo in Sri Lanka la costruzione di strade, ponti, ferrovie a Hambantota e ancora centrali elettriche e idroelettriche. L’India non ha protestato ufficialmente per la crescente influenza cinese in Sri Lanka e ha anche detto che la recente società di tecnologia spaziale non è una preoccupazione. «Si tratta un satellite di comunicazione commerciale. E sosterà in orbita cinese e non in uno slot dello Sri Lanka» lontana quindi dall’India, ha detto un diplomatico indiano basato in Sri Lanka, parlando in condizione di anonimato.