SPECIALE DAESH MATRIX #81

38

di Redazione  ITALIA – Roma 27/01/2017. Lo Stato Islamico ha dato molto rilievo agli accordi siriano-russo sulla concessione della base di Tartus ai russi per 49 anni. Tra le notizie pescate dalla rete Daesh ha criticato molto la Giordania che definisce: «un cane che prende ordini da dei miscredenti», i miscredenti sono gli Stati Uniti d’America.

È stata pubblicata un interessate infografica sulla 14esima settimana di battaglie a Mosul, anche in lingua inglese (nella foto). Le Unità Cyber sono state molto in fermento e hanno dato a Memri, ente di ricerca Usa, un ultimatum. Daesh da quando si è fatto stringente l’assedio su Mosul si è paradossalmente espansa e guarda verso altre province. Oramai sa che non può controllare il territorio, ma può far si che nemmeno il nemico ci riesca ed ecco che si registrano, rivendicati appunto da Daesh, attentati con un auto bombe come a Ramadi; a Ar Rutbah, a Mosul.
Continua la lotta tra ribelli in Siria e fuori dai confini. Jfs ha rifiutato i colloqui di Astana, affermando che i gruppi ribelli presenti non rispecchiavano la vera opposizione e quindi avrebbe continuato la lotta in Siria. Anche al Qaeda è sceso in campo per definire la situazione della rivoluzione siriana. La Turchia, nel frattempo, ha inviato nuove truppe ai confini siriani.

Nei giorni scorsi, È stata smantellata una cellula di Daesh in Egitto composta da cinque elementi in possesso di armi da fuoco al Cairo. L’esercito egiziano ha conferma con diverse foto l’operazione contro i terroristi nel Sinai centrale: 3 militanti morti, 2 feriti e 11 arrestati.  In Yemen, nei giorni scorsi, un’autobomba suicida di Daesh è esplosa contro un checkpoint degli Houthi a Al Radmah, zona di Ibb e sempre in zona, Aqpa ha rivendicato l’uccisione di Abu Wadhah, uno dei capi Houthi a Naqil Samarah, e sempre Aqpa ha distrutto rifornimenti delle forze Hizam al Amni nella zona di Lawdar.

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. È possibile acquistare il libro su Tabook.it