SPECIALE DAESH MATRIX # 8

61

di Redazione  ITALIA – Roma 04/11/2016. Nella giornata interamente occupata dal discorso del Califfo Ibrahim che incita al jihad i suo mujahedin sia nello scenario dello Sham che in Turchia e Arabia Saudita, l’esercito iracheno ha annunciato avanzamento veloce verso Tal Afar, e sui suoi account social posta immagini di mezzi blindati in corsa asserendo che la polizia federale irachena ha preso importanti punti strategici. Inoltre, gli account delle milizie sciite dicono di aver tagliato i collegamenti stradali tra: Mosul -Aadaya, Mosul-Ayn al-Jahesh; Mosul-Afar. ISIS denuncia 13 bombardamenti aerei su un’area residenziale di Mosul e racconta di una serie di attacchi suicidi nella zona est, sud Est, Ovest e sud Ovest della città. Dal suo punto di vista, nelle aree che difende, Daesh sta vendendo cara la pelle. Arrivano poi molte immagini, e video brevi di A’Maq, delle battaglie che vogliono fornire, propagandisticamente, una visione “eroica” della guerra. A narrare i fatti anche una serie di infografiche A’Maq e Moata, agenzie di stampa del Califfato, che riassumono i danni i inflitti agli “invasori infedeli” nei primi 15 gg della battaglia per Mosul. Scontri e attentati suicidi si sono avuti al cimitero ebraico a Kokjla, est di Mosul, nella zona sud di Mosul; al villaggio al Masayid, al Jurn, a Khirbet Yazidi; a Aadaya, a  sud ovest e sempre nella stessa area a Aynul Islam, Hadar. In questi scontri secondo fonti ufficiali irachene muoiono 25 soldati regolari.  Le milizie sciite infine affermano di aver liberato la cittadina di Ghazaleh a ovest di Mosul.
In Siria proseguono gli scontri in mezzo alle divisioni fra gli stessi ribelli. La battaglia di Aleppo si è concentrata in modo particolare nella zona ovest del Governatorato. Gli uomini di Jund al-Sharia entrano in JFS e AQ, rendendo più forte l’unione Mentre è scontri aperto tra Nurredine al Zinki e Fastaqim Kama Umirta. In tutto ciò ISIS a Manbij afferma di aver ucciso 10 membri del Pkk con IED. Tutti gli attivisti ribelli hanno spammato la seconda fase della liberazione di Aleppo: Sham Legion, Free Halab, Jaish al Fateh hanno postato comunicati stampa, video, immagini sull’attacco al Progetto 3.000, nella zona ovest di Aleppo. Scontri anche a Hamdaniya, all’Accademia militare e alla scuola di Artiglieria, controllate dalle forze di Assad.  Domani alle 19.00 scade l’ultimatum lanciato dai russi ai ribelli di lasciare la città e arrendersi. Nella zona nord di Aleppo i ribelli sostenuti dai turchi riprendono a ISIS 9 dei tredici villaggi presi dal Califfato il 1 novembre tra cui Akhtariyn. Scontri e scaramucce ad Hama, aTal Bazam e Al Buwayda tra Souran e Morrel.

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico, edito da AGC Communication.
Per informazioni e prenotazioni scrivere a: segreteria.redazione@agccommunication.eu