SPECIALE DAESH MATRIX #76

316

di Redazione ITALIA – Roma 21/01/2017. Nei giorni scorsi è stata lanciata un’allerta sui canali cyber dello Stato Islamico: si cercano nuove leve per diffondere il messaggio e non solo. È sorta un’interessante nuova rete dei canali “Cubs”; dovrebbe trattarsi di una rete di canali social gestiti da giovanissimi del Califfato e dedicati ai giovanissimi del Califfato. Nei canali “Cubs” oltre alle notizie di guerra e di vita quotidiana dallo Sham ci sono immagini volte a sensibilizzare i più piccoli e ad attirarli nella rete. Come quella di un bambino orfano a causa dei bombardamenti a Mosul da parte della coalizione.  In Iraq, non cambia molto il fronte a Mosul. ISIS perde e lo si evince dai pochi comunicati inerenti alla città. I B52 Usa a Rashida nelle scorsi notti hanno bombardato i battelli che trasportavano cibo per la città. L’obiettivo dunque è assediare Mosul e prendere Daesh per fame. In Siria a Deir Ez Zor sono ripresi i combattimenti tra Daesh e le forze di Assad. Nel frattempo raid aerei hanno distrutto il ponte Ayn Abo Jum’ah che è usato per attraversare la valle vicino a Ayyash. Da Raqqa sono arrivate immagini di repertorio dell’ufficio Urbano dello Stato Islamico che ripulisce le strade dagli effetti dei bombardamenti. Le notizie più “orribili” arrivano da Palmira dove Daesh avrebbe fatto esecuzioni nel teatro archeologico. Si parla di almeno 12 persone. Altri account dicono che sono stati giustiziati decine di soldati siriani. Ricordiamo che ISIS dovrebbe averne catturati circa 70 nell’attacco alla base russa di Palmira. Inoltre foto satellitari dimostrano che il teatro romano e Tetrpylon di Palmira hanno subìto pesanti danni. Continuano i bombardamenti turchi a al Bab, sparati in un giorno 200 colpi di artiglieria. Inoltre per la prima volta, la Russia ha annunciato pubblicamente di aver lanciato raid aerei congiunti con la Turchia contro Daesh, nella città di Al Bab, coordinandoli con il regime di Bashar Assad. Questo dato crea un nuovo scenario che va monitorato da vicino perché rimescola le carte in tavola, soprattutto per il futuro dei curdi e dei ribelli nella provincia di Aleppo.
DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. Per informazioni e prenotazioni scrivere a: segreteria.redazione@agccommunication.eu