SPECIALE DAESH MATRIX #75

52

di Redazione ITALIA – Roma 20/01/2017. Secondo Daesh sarebbero 3mila gli europei che combattono nei suoi ranghi, di cui 700 francesi. È questo il dato che lo Stato Islamico fa girare nel suo alveare, assieme a una infografica sui 100 giorni di attacchi a Baghdad. Questa infografica esprime con i numeri un fatto: la capitale è nel mirino di Daesh che, consapevole della perdita di Mosul, cerca di destabilizzare Baghdad con la speranza di prolungare la guerra o di conquistarla. Oltre a quella su Baghdad, Daesh ha pubblicato una  seconda versione della infografica sulla 13esima settimana di battaglie a Mosul. Restando nella città irachena, lo Stato Islamico “parla” sempre meno e mostra sempre di più immagini da Mosul. Video A’Maq o reportage che mostrano i danni dei bombardamenti aerei su diversi distretti di Mosul e i reportage sulle operazioni suicide a Mosul; si tratta delle immagini più belle degli attentati compiuti nei vari distretti della città. Nel frattempo l’esercito iracheno ha iniziato le operazioni per liberare il palazzo presidenziale, una delle ultime posizioni di Daesh sulla riva est dell’Eufrate a Mosul; dal 18 gennaio, si può dire, utilizzando le parole del generale iracheno Taleb Shaghati, che “la liberazione di Mosul est è completata”. Ora la battaglia si sposta a nord della città. Interessanti tra i documenti sequestrati a Daesh nella città, l’esercito iracheno ha trovato le carte di identità Daesh che testimoniano la presenza di molti combattenti stranieri: kossovari, algerini e francesi. Ma Daesh non vuole apparire sconfitta e manda on line video dei suoi successi come le operazioni di cecchinaggio in città, o foto di vita quotidiana come il tramonto sulle rive del Tigri. In Siria i bombardamenti e i combattimenti sono a Deir Ez Zor. In città Daesh avanza conquistando l’aeroporto, l’impianto della compagnia elettrica e altri edifici  a nord ovest dell’aeroporto militare. Gli Stati Uniti hanno confermato aver condotto attacchi aerei in supporto al regime siriano contro Daesh sempre sulla città oltre che su Al Taqbah, riva destra dell’Eufrate, zona della diga con lo stesso nome, a Raqqa. Daesh ha postato un suo video sugli effetti dei bombardamenti.

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. Per informazioni e prenotazioni scrivere a: segreteria.redazione@agccommunication.eu