SPECIALE DAESH MATRIX #53

49

di Redazione ITALIA – Roma 27/12/2016. Ampio risalto ha avuto nella sfera social Daesh il video contro la Turchia e i suoi alleati, tra questi un breve frame mostra Papa Francesco. Il Califfato non è intimorito dall’esercito turco, almeno questo è quello che dice, anzi dice ai turchi che sta aspettando il momento giusto per colpirli.  L’accusa per la Turchia è di essere entrata in guerra soddisfacendo le richieste dei “crociati” americani; di aver successivamente mandato l’esercito di terra, e i carri armati. Daesh promette alla Turchia di trattare tutti i soldati turchi come quelli nel video: ucciderli. Dopo la messa in rete del video, Daesh ha spinto su tutti i suoi canali social la notizia che la Turchia ha cercato di oscurare bloccando la sua messa on line e naturalmente non ci è riuscita. Il video, va sottolineato, è stato mandato on line, poche ore dopo che la Turchia ha messo on line i dati sulla guerra in Siria. Recentemente ha cambiato veste grafica il Daily Report arabo che prende sempre più l’aspetto dell’”informazione di Stato”.
In apparenza lo Stato Islamico in Iraq non perde, ma apre sempre nuovi fronti, lontano dagli occhi di chi la combatte. Baghdad è tra gli obiettivi preferiti e colpirla è un vanto, perché mette in ridicolo le autorità irachene che promettono ogni giorno sui media maggiore sicurezza in città. Numerosi gli attentati e i morti alla capitale irachena in questi giorni. Daesh sostiene, poi, di mantenere il fronte a est di Mosul respingendo diversi attacchi delle forze irachene.  Gli attivisti siriani, altro fronte bollente dello Sham, continuano a postare infografiche sui morti causati da Assad, lamentando la chiusura di account storici che narravano della guerra sui fronti come Hama, Latakia, Damasco. Nonostante questo molte notizie sono filtrate lo stesso dai e sui fronti siriani. Sempre più complessa la situazione a Deir Ez Zor. Non si sa più chi combatte contro chi. Terminati gli uomini sono entrati in scena i ragazzini e dalla parte di Assad sono arrivate le milizie di stranieri, in modo particolare Hezbollah, con scontri oramai intensi.
DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. Per informazioni e prenotazioni scrivere a: segreteria.redazione@agccommunication.eu