SPECIALE DAESH MATRIX #38

45

di Redazione  ITALIA – Roma 07/12/2016. Nei giorni scorsi è uscito un nuovo link per ascoltare la radio di Daesh, radio al Bayan, che dopo l’oscuramento delle agenzie di sicurezza occidentali ritorna in streaming. Interessanti poi dei nuovi canti, nasheed, che circolano in rete editi da case di produzione non ufficiali che ricevono però molti “like” dai combattenti del Califfato in teatro. A quanto pare lo Stato Islamico ha trovato un nuovo portavoce ufficiale che prende il posto del defunto al Adnani, si tratta di Abu Hassan al Muhajir. Di lui è stato postato un primo file audio dal titolo: «Ed essi ricorderanno quello che io dico», seguitissima dall’intero alveare Daesh. Nel frattempo non si ferma la guerra in Iraq. E se le forze irachene stimano 1000 morti nelle file di Daesh in 50 giorni di battaglia, 1950 sono quelli ufficiali nelle fila dell’esercito iracheno e delle milizie, mentre Daesh afferma che sono oltre 4000. In altre parole, per ora a perdere è l’esercito iracheno e i civili. Nei giorni scorsi in Iraq, Daesh ha colpito duro in 4 regioni: Ninive, Salahuddin, Erbil, Sulaymaniyah; dimostrando di essere ancora resiliente e operativa. In Siria, poi, nonostante i colloqui tra Russia e America la guerra continua e senza esclusione di colpi. I ribelli postano un’infografica con il numero dei morti: 128 a Idlib e Aleppo solo il 4 dicembre ad esempio, a causa dei bombardamenti di Assad e Russia. La portaerei russa Kuznetsov ha perso, intanto, un altro Su 33 caduto nel Mediterraneo. Ma via social, la vera battaglia è quella che si combatte ad Aleppo: Lavrov ha fatto sapere che chiunque dei ribelli non si arrenda verrà considerato terrorista e quindi sterminato. Ribelli, che quando hanno visto che Assad riprendeva Aleppo si sono riversati in “massa” sui fronti est e nord della città. Intanto l’artiglieria turca ha fatto fuoco contro un quartiere residenziale di al Bab. La situazione siriana, dunque, ad Aleppo est soprattutto, è di nuovo in stallo. Chiudiamo con un bilancio, uscito in rete, sugli attacchi Daesh nella zona del Sinai negli ultimi due mesi nell’area tra Bir el-‘Abd, el-Arish, Sheikh Zuweid e Nakhel. Sono stati distrutti 7 veicoli e sono state registrate 60 morti tra le fila dell’esercito o della polizia.

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico.
Per informazioni e prenotazioni scrivere a: segreteria.redazione@agccommunication.eu