SPECIALE DAESH MATRIX #28

45

di Redazione ITALIA – Roma 25/11/2016. Dopo un black out di alcuni giorni, dovuti probabilmente agli eventi bellici, lo Stato Islamico negli ultimi giorni è ritornato a fornire notizie in lingua: da due giorni sono tornate quelle in lingua araba, turca, russa, inglese e francese; così come sono tornati a essere pubblicati i bollettini e i notiziari, quelli letti alla radio compresi. La strategia di Daesh nella guerra di comunicazione con il “nemico crociato” prevede anche la cancellazione spontanea e l’inserimento di nuovi canali, dato il pesante controllo che ha iniziato a colpire la rete Telegram.
In Iraq, la battaglia di Mosul si prevede lunga, molto lunga per il DoD statunitense e questa ammissione ha fatto il giro della rete Daesh in questi giorni perché il primo obiettivo dello Stato Islamico è stato raggiunto: rallentare l’avanzata del nemico. Dopo la distruzione dei ponti di Mosul, la città è a rischio alimentare, perché priva quasi del tutto della possibilità di essere rifornita. In Siria, l’assedio di Assad su Aleppo e ancora prima su Maydan ha portato alla morte per fame i cittadini siriani, ma non ha sconfitto il Califfato. Mosul è piena di tunnel che portano anche nei pressi del fiume da cui ci si può spostare, tecnica collaudata da Daesh e certamente le zone minate condensate nelle aree limitrofe alla città, in caso di attacco via terra dei soldati iracheni ne rallenteranno ulteriormente l’avanzata. Per come sta venendo fuori la battaglia di Mosul, si conteranno migliaia di vittime tra i civili ma non si comprende come verrà sconfitto Daesh. E resta sempre valida l’opzione Ramadi: radere al suolo la città. Tra le immagini più popolari messe in rete da Daesh ci sono quelle della vita a Mosul.
In Siria, dopo le dichiarazioni di Erdogan alla Tv israeliana, quello che a Daesh interessa è l’evoluzione della posizione turca nei confronti degli USA per capire come cambiare la sua strategia in Siria. Il suo obiettivo è restare ad al Bab e a Raqqa e l’unico modo per farlo è quello di creare conflittualità tra Turchia e USA.
DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico.
Per informazioni e prenotazioni scrivere a: segreteria.redazione@agccommunication.eu