SPECIALE DAESH MATRIX #10

40

di Redazione ITALIA – Roma 06/11/2016. Anche oggi ci concentriamo sulla comunicazione che riguarda lo Sham direttamente. Il 3 novembre è stato regolarmente pubblicato il settimanale del Califfato, An Naba, giunto oramai al numero 53.
Da questa pubblicazione vengono tratte molte infografiche postate nei giorni successivi come quella che indica il numero dei morti nel 2015 per mano di ISIS: 12800 soldati siriani, Pkk, Sahwat (polizia) uccisi; 640 veicoli distrutti; 290 “operazioni martirio” cioè attacchi suicidi. La macchina propagandistica di ISIS ha continuato a lavorare a pieno regime: i bollettini di ISIS sono usciti regolarmente: sera, mezzogiorno, pomeriggio, senza contare l’edizione sporadica del mattino. La comunicazione di ISIS dunque non si arresta mai e sembra non aver subito ripercussioni dalla perdita del palazzo della tv di Mosul.
Nei giorni scorsi, sempre in tema di comunicazione, sono uscite, le infografiche che riprendono il discorso audio di al Baghdadi, si parla di oltre 25 grafiche propagandistiche in lingua araba, per lo più.
Dai Balcani è giunta la traduzione dei passi significativi del discorso. Sono fioriti i canali social dei simpatizzanti, che postano le notizie del Califfato e continua una sorta di turn-over dei canali social di ISIS che dopo qualche giorno di attività li chiude, dando “appuntamento” ai lettori a un nuovo indirizzo per poi sparire.  Significativo poi un nuovo video dallo Stato del Tigri che testimonia le battaglie a Mosul nelle prime due settimane.
Immagine di apertura: Risultati delle operazioni militari nell’anno 1437 Egira (2015 AD)

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. Per informazioni e prenotazioni scrivere a: segreteria.redazione@agccommunication.eu