Spagna: tagli e tasse, la ricetta per uscire dalla crisi

41

Il governo spagnolo oggi 11 luglio ha introdotto gli aumenti fiscali e i tagli alle spese destinate risparmiare 65 miliardi di euro statali (79,8 miliardi dollari) nei prossimi due anni e mezzo.

Secondo il Premier Mariano Rajoy: «Non c’è scelta», le misure adottate, ha poi spiegato al parlamento servono per traghettare il paese Iberico al di fuori della crisi economica. Ulteriori misure sono state annunciate a breve, inclusa la chiusura di alcune aziende statali e le modifiche alle prestazioni di disoccupazione finalizzati a stimolare i disoccupati a cercare lavoro.